Notizie da Gallipoli

Lo sdegno del sindaco Errico: “Un atto grave che offende la nostra città”

Il primo cittadino di Gallipoli esprime sconcerto e rammarico dopo il raid notturno in alcuni uffici comunali della palazzina di via Pavia. Avvisato subito il prefetto Perrotta. Solidarietà al corpo dei vigili e fiducia negli inquirenti

Il municipio di Gallipoli

GALLIPOLI - Un colpo ben assestato, ma da inquadrare in un contesto molto più ampio. In un quadro criminale che attinge “informazioni” utili dal territorio e che commissiona, e agisce, dopo aver scrutato i luoghi vulnerabili dove poter colpire. Mentre sono in corso riscontri e valutazioni degli inquirenti dopo il furto di questa notte negli uffici decentrati del comune di Gallipoli, arriva la prima reazione sdegnata del sindaco ionico Francesco Errico. “Un atto di assoluta  gravità e di uguale violenza, non solo per le dinamiche con cui si è svolto, ma anche e soprattutto perché è andato a colpire e a violare la casa municipale, la casa dei gallipolini nonché la sede istituzionale e senza dubbio più rappresentativa della nostra città”. Così il primo cittadino ha commentato a caldo il raid notturno consumatosi questa notte nella sede municipale di via Pavia.

Un gesto che indigna e che rattrista al tempo stesso” prosegue il primo cittadino, “perché ha simbolicamente colpito tutti noi gallipolini, con modalità che incutono forte preoccupazione e che ovviamente condanniamo con totale fermezza, come ogni azione che va oltre il perimetro del diritto e della legalità, su cui quest’Amministrazione, come sempre fatto, continuerà a muoversi. Esprimo inoltre la solidarietà mia e dell’amministrazione comunale agli uffici coinvolti da questo inquietante gesto ed in particolar modo al nostro corpo dei vigili urbani, così duramente colpito”.

Il sindaco Errico in mattinata, dopo essersi recato sul posto per assistere direttamente alle operazioni investigative, ha sentito l’esigenza istituzionale di informare il Prefetto, Giuliana Perrotta, del grave episodio verificatosi nel corso della notte, ha poi manifestato la sua totale fiducia sull’operato delle forze dell’ordine nel far luce sull’accaduto. “Sono fiducioso che il lavoro degli organi inquirenti e delle forze dell’ordine, carabinieri e polizia in primis, consentirà di dare una risposta ferma a questo gravissimo episodio” conclude Errico, “ed accanto alla fiducia per l’impegno che ho potuto constatare già da questa mattina, ci sono anche i ringraziamenti che indirizzo, ancora una volta, alle forze dell’ordine presenti sul territorio per il prezioso lavoro in difesa della legalità che quotidianamente svolgono”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Muore sotto la doccia, la tragica scoperta dei genitori al rientro a casa

  • Negli sportelli dell'auto, cocaina per due milioni, arrestato un 43enne

  • Furgone sbanda, finisce contro l’albero e prende fuoco: un ragazzo in coma

  • Durante la rapina minaccia di morte la cassiera con l’arma: arrestato

  • Coronavirus, nel Salento registrati altri sei positivi: due da fuori regione

  • Coronavirus: 50 nuovi in Puglia, 6 in provincia di Lecce. E un positivo al voto a Nardò

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento