Notizie da Gallipoli

Sel confida nel lavoro del commissario Aprea: “Gallipoli ha bisogno di normalità”

Anche la delegazione del circolo di via Acquedotto ha partecipato all'incontro con Guido Aprea e segnalato alcune criticità ancora irrisolte. Punti nodali su legalità, occupazione del suolo pubblico, fitodepurazione, emergenza casa e oneri di urbanizzazione. Confronto politico con Gallipoli 2012

Palazzo Balsamo.

GALLIPOLI - Aprire un varco alla nuova amministrazione che verrà per consentire il ripristino della “normalità” in terra gallipolina. Questo l’obiettivo dichiarato della compagine cittadina di Sel che, alla pari delle altre forze politiche uscenti dal Consiglio comunale, ha preso parte all’incontro con il commissario prefettizio, Guido Aprea. Occasione per i vendoliani per lanciare il proprio appello al reggente di Palazzo Balsamo partendo dal capisaldo al quale si sono richiamate molte delle forze politiche cittadine: quello di “ripristinare la legalità, spazzare via ogni forma di abusivismo ed accendere i riflettori su situazioni opache che stanno interessando la città”.

Questo l’input lanciato dalla delegazione di Sinistra, Ecologia e Libertà rappresentata dal segretario cittadino Massimo Esposito (nella foto, sotto), che ha riversato anche una serie di indicazioni all’attenzione del viceprefetto vicario alla guida temporanea del comune ionico. Le richieste esplicitate da Sel hanno riguardato la vicenda del terminal bus di via Zacà e del rifacimento di piazza Carducci. “In entrambe le situazioni il bilancio comunale rischia una perdita di circa 300mila euro per sconti sugli oneri di urbanizzazione barattati con interventi di pubblica utilità incompleti o addirittura non realizzati” accusa Esposito.

La delegazione di Sel ha chiesto altresì di attuare immediatamente la rotazione dei dirigenti comunali come previsto dalla legge, mettere mano al bando della nettezza urbana, e affrontare da subito  le problematiche legate alla prossima stagione turistica concordando con il prefetto, da subito, la copertura  in termine di uomini  e mezzi delle forze dell’ordine da disporre già dal mese di giugno per garantire idoneo controllo del territorio.

E ancora è stato ritenuto necessario perseguire sulla questione del depuratore, “che tanti mal di pancia sembra abbia procurato in questi ultimi tempi” con la soluzione della fitodepurazione. Nell’elenco delle priorità da tenere in considerazione e poste al vaglio del commissario Aprea, anche la verifica dello stato di realizzazione delle promesse di case mobili avanzate dalla vecchia amministrazione  per risolvere il grave problema dei senza tetto e di tante famiglie oggi costrette a vivere separate presso le case dei propri parenti in quanto non in grado di permettersi una casa in affitto.

massimo esposito-3-2Dal circolo di via Acquedotto è stata richiesta massima attenzione “per liberare la città vecchia da ogni abuso di occupazione del suolo pubblico e mettere mano al regolamento per impedire ogni occupazione sui bastioni riportando tavolini e pedane adiacenti alle mura dei ristoranti e determinando parametri certi per stabilire i limiti dei suoli da occupare” e di garantire idonea superficie di verde pubblico fruibile come previsto dalla legge. “Abbiamo inoltre  portato la denuncia di decine di proprietari di terreni in zona Perez” aggiunge Esposito, “che da oltre un decennio pagano Ici ed Imu come area edificabili ma che, ironia della sorte, non ottengono i permessi a costruire nonostante le loro proprietà ricadano in zone già asservite dai servizi richiesti per l’urbanizzazione, luce, acqua, gas, marciapiedi”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Con un intervento del più giovane della delegazione di Sel, Alessio Fasano, già responsabile dell’Unione degli studenti, è stato poi chiesto di aprire un confronto con le ferrovie Sud-Est per riportare alla normalità la qualità del servizio offerto, alla  luce di molti casi di disagi e malessere accusati da studenti gallipolini e della provincia, che usano i mezzi per raggiungere gli istituti scolastici. In prospettiva futura il segretario cittadino dei vendoliani, Massimo Esposito, ha anche comunicato che nei giorni scorsi, su iniziativa del direttivo di Sel, si è svolto l’incontro e una prima fase di confronto con l’associazione politico-culturale Gallipoli 2012. Si tratta del primo di una serie di incontri che il circolo di via Acquedotto ha in animo di intavolare per valutare la possibilità di creare una coalizione o un’intesa tra le forze politiche o movimenti finalizzate a competere e possibilmente affermarsi con successo alle prossime elezioni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragica alba, podista viene travolto da un furgone: morto sul colpo

  • Ladri nell’alloggio della caserma, rubata pistola d’ordinanza con caricatore

  • “Vai a casa mia e sposta tutto”. Ma vedono il messaggio e trovano la droga

  • Palpeggia ragazza, inseguito dal padre perde il cellulare. E viene identificato

  • Colpo in testa e via con i soldi: portiere dell’hotel aggredito per rapina

  • Durante la rapina minaccia di morte la cassiera con l’arma: arrestato

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento