Notizie da Gallipoli

Re Carnevale prepara le sfilate: festa di colori nel centro storico e su corso Roma

Definito il programma della 79esima edizione della kermesse di Gallipoli con le sfilate del 23 e 25 febbraio. Cinque i carri allegorici con i gruppi mascherati e il concorso dei “Titori”

GALLIPOLI - Ancora una settimana intensa di lavoro e manodopera all’interno dei capannoni artigianali di via Zacà per i gruppi dei maestri e giovani cartapestai che stanno allestendo con la solita sapienza i carri allegorici. Il programma della 79esima edizione del Carnevale di Gallipoli è ormai definito ed è già conto alla rovescia per il concorso dei “titori”, la doppia sfilata di gruppi mascherati e dei carri allegorici e l’esplosione di musica, danze e allegria dispensate tra il centro storico e il centralissimo corso Roma. Un’edizione variopinta quella che si preannuncia per quest’anno come lascia intendere il titolo identificativo di questa nuova edizione della kernesse: “I Colori sono il nostro mestiere”, promossa dal Comune di Gallipoli, con la direzione artistica di Alberto Greco e la collaborazione fattiva delle associazioni e dei gruppi locali tra cui la Pro loco, Poiefolà Costruzioni Teatrali, La Fabbrica del Carnevale e dell’assessorato al turismo, retto da Titti Cataldi, e degli uffici comunali competenti.     

Le giornate clou saranno quelle del 23 e 25 febbraio in cui si condensano gli appuntamenti conclusivi della kermesse. “Ci prepariamo anche quest’anno a vivere una festa collettiva perché confermare la tradizione del Carnevale vuol dire mantenere viva l’identità di ogni cittadino” spiega il sindaco Stefano Minerva, “quest’anno inoltre non mancherà un importante ritorno al passato, saranno infatti cinque i carri allegorici che sfileranno lungo il nostro corso Roma e tanti i gruppi mascherati e i titori, così come la tradizione comanda. Sarà una grande festa e Gallipoli si appresta a tornare ad essere il fiore all’occhiello del carnevale pugliese”.

L’apertura ufficiale dei festeggiamenti sarà quella di domenica 23 febbraio: dalle 11,30 del mattino appuntamento in piazza Duomo, nel centro storico, con la lettura dell’editto reale di Teodoro e l’istituzione dei regnanti del Carnevale, “Re Candallinu e Regina Mendula Riccia” che siederanno al trono della città di Gallipoli, fino al giorno delle sacre ceneri, presiedendo tutte le manifestazioni carnascialesche, salutando ufficialmente il popolo della città dal regale balcone del palazzo di città. Ospiti speciali della manifestazione saranno gli sbandieratori e musici “Rione San Basilio” di Oria e l’associazione Eventude di Taviano che accompagneranno il corteo mascherato. Dalle 15 poi la prima sfilata inaugurale su corso Roma: numerosi gruppi mascherati e cinque carri allegorici che coloreranno l’arteria principale della città risalendo, come nel passato, da Corso Capo di Leuca verso l’ingresso del borgo antico. Non mancheranno i momenti di comicità con l’irriverenza di Vata Barba, personaggio del web che spopola con le sue strampalate fiction insieme alla sua figlioletta Ttina combina guai.

Altro gradito ritorno il concorso dei “titori”, la tradizione popolare della morte della maschera autoctona di Teodoro che rappresenterà ancora una volta il forte legame tra la teatralità e l’essenza vera del carnevale. Nell’area esibizioni, che ritrova la sua storica collocazione, ai piedi del “grattacielo” prospiciente la città vecchia, saranno le voci di Alessia Cuppone e di Roberto Treglia attore e regista teatrale a condurre la kermesse. Il Carnevale gallipolino terminerà con la sfilata di  premiazione di martedì, 25 Febbraio, a partire sempre dalle 15, con la grande replica della “discesa” dei carri allegorici e dei gruppi mascherati, nonché dei titori in gara, e la relativa premiazione. Il comando della polizia locale ha già raccomandato il rispetto della relativa ordinanza in vigore per le giornate clou: domenica 23 e martedì 25 febbraio, dalle 8 fino al termine della manifestazione non si potrà parcheggiare lungo corso Roma a partire da Piazza Giovanni XXIII. L’ordinanza riguarda anche Corso Capo di Leuca e il primo tratto di via Foggia per consentire il raggruppamento dei gruppi mascherati. Solo in caso di avverse condizioni meteorologiche le sfilate saranno rimandate.

Cinque carri e numerosi gruppi in gara

Ci saranno numerosi gruppi colorati in gara e solo di Gallipoli, ma anche del circondario: da Melissano, Casarano, Alezio, tra quelli per ora comunicati dagli organizzatori. Tra i gruppi mascherati, ad oggi figurano: Il Nascondiglio 2.0 di Gallipoli, Fidas Gallipoli, Fidas Melissano, Oratorio Parrocchia Sacro Cuore di Gesù  di Gallipoli, la parrocchia San Gabriele dell'Addolorata di Gallipoli,  la parrocchia San Gerardo di Gallipoli, Rione “Campo dei Fiori” di Melissano, Rione “Stazione” di Melissano, Spiriti Liberi sempre di Melissano e l’associazione “Novavita” di Casarano.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I gruppi dei titori in gara invece vedranno la partecipazione dell’associazione “I Vagnuni te sciaroccu” e dell’oratorio San Lazzaro di Gallipoli. Per i carri allegorici, invece, saranno diversi team a sfidarsi per la conquista della palma del vincitore: il Comitato Festa Santa Cristina, il team dei Fratelli Coppola, il team Carnaval, con Cosimo Perrone, Oreste Scorrano e Alessio Scigliuzzo,  il team Giovanni Pacciolla e Davide Scarpina e il team Franco Monterosso. Anche i gallipolini di Fideliter Excubat partecipano nella realizzazione del carro di seconda categoria.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ragazza di 22 anni trovata morta in appartamento: è mistero

  • "La moneta da 1 euro non c'è più nel carrello". E lui chiama la polizia

  • Cade dagli scogli in un punto impervio, ferito recuperato con l'elicottero

  • Tragedia in ospedale: si lancia dal quarto piano, muore donna 73enne

  • Covid, quattro casi e un decesso nel Leccese. Movida: controlli straordinari

  • La collisione, la caduta e la barca che affonda. “Sentivo il risucchio dell’elica”

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento