Notizie da Gallipoli

Staff del sindaco Minerva, in arrivo una nuova nomina a palazzo di città

Un anno dopo l'uscita di scena di Andrea Cartenì il primo cittadino di Gallipoli intenzionato a completare l’organico di nomina fiduciaria

GALLIPOLI - Dopo un anno esatto di distanza dalle dimissioni di Andrea Cartenì dal suo incarico, nell’ambito dell’ufficio dello staff del sindaco Stefano Minerva, in Comune si riavvia l’iter per la copertura di uno dei due posti lasciato vacante nell’entourage dei collaboratori fiduciari del primo cittadino. Nel nuovo anno ormai avviato infatti l’amministrazione comunale di Palazzo Balsamo darà esecuzione al piano triennale del fabbisogno del personale per il periodo 2018-2020 e il relativo piano occupazionale 2018, nel quale si conferma l'assunzione di un'unità di categoria C da destinare all'ufficio di staff del sindaco. Il nuovo collaboratore, che sarà scelto direttamente dal primo cittadino, verrà quindi assunto nell’ufficio di staff del sindaco con un incarico a tempo determinato e parziale di 19 ore settimanali così come era previsto nell’apposito avviso pubblico disposto dalla giunta comunale nel luglio del 2016.

E non ci sarà infatti bisogno di nuovi bandi e di presentare nuove domande in quanto il sindaco Minerva potrà far riferimento alla graduatoria dei partecipanti che avevano presentato la propria candidatura già un anno e mezzo fa e dalla quale era stato poi scelto, con incarico fiduciario, proprio Andrea Cartenì. Un incarico che il giovane collaboratore aveva assunto dal 2 Novembre del 2016 dopo che il sindaco Minerva lo aveva prescelto tra i 18 candidati che avevano presentato la domanda di partecipazione e il relativo curriculum, rispondendo all’avviso pubblicato nell’estate precedente. Una nomina sulla quale si era scatenata anche la bagarre politica, con polemiche incrociate e anche una denuncia contro il sindaco presentata dal presidente dell’associazione di Gallipoli Futura, Luigi De Tommasi. Anche da una verifica della segreteria generale del Comune in merito a  quella nomina era stato ravvisato una difformità sull’autodichiarazione presentata all’atto di partecipazione al bando che non attestava procedimenti giudiziari a carico del candidati prescelto come invece sarebbe emerso dal certificato del casellario del tribunale e come contestato e denunciato da Gallipoli Futura. Provvedimenti formalizzati con un'apposita determina di cessazione dell’incarico che comunque erano stati anticipati dalla decisione autonoma del 4 gennaio del 2017 di Cartenì (che si era già autosospeso a dicembre del 2016) di rinunciare all’incarico fiduciario nell’ambito del gruppo dello staff del sindaco.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Da allora, e per tutto l’anno ormai trascorso, il posto nell’ambito dello staff del sindaco (oltre a quello di portavoce ricoperto da Eleonora Tricarico) è rimasto vacante. Ora la giunta comunale e il sindaco, in vista delle nuove prospettive di governo e di riorganizzazione della macchina amministrativa, hanno deciso di colmare il gap dello staff. L’intendimento è quello di procedere quanto prima alla copertura del posto attingendo dalla rosa dei candidati che avevano già risposto all'avviso pubblico e che sono stati in totale diciassette. La valutazione delle candidature e dei relativi curricula e soprattutto le note motivazionali  passeranno nuovamente al vaglio del sindaco Minerva: è sua la prerogativa insindacabile, cui spetta la scelta finale, stante il carattere fiduciario dell'incarico. Il nuovo collaboratore che farà parte dell’ufficio di staff del sindaco Minerva sarà scelto con ogni probabilità tra i 17 candidati che oltre un anno e mezzo fa hanno presentato la loro domanda in risposta all’avviso pubblico del Comune. Dell’elenco originario dei diciotto aspiranti faceva parte anche Andrea Cartenì, scelto dal sindaco in prima battuta, e che in seguito alle polemiche e alla mancata comunicazione di un procedimento giudiziario a suo carico, ha poi deciso di lasciare l’incarico. In lizza restano ora Emanuele Minnella, Cristiano Capoti, Biagio Ferilli, Michele Lembo, Giampiero Monteduro, Alessia Piccinno, Andrea Tricarico, Valentina Tricarico, Maria Chiara De Matteis, Paola Pindinelli, Michele Giannotta, Valentina Porcino, Anna De Matteis, Marco Liaci, Roberto Bono, Maria Beatrice Liaci, Stefania Pindinelli.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragica alba, podista viene travolto da un furgone: morto sul colpo

  • Ladri nell’alloggio della caserma, rubata pistola d’ordinanza con caricatore

  • Palpeggia ragazza, inseguito dal padre perde il cellulare. E viene identificato

  • Negli sportelli dell'auto, cocaina per due milioni, arrestato un 43enne

  • Durante la rapina minaccia di morte la cassiera con l’arma: arrestato

  • Coronavirus, nel Salento registrati altri sei positivi: due da fuori regione

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento