Notizie da Gallipoli

Non solo non restano in casa, ma abbandonano rifiuti. In arrivo le multe

In un momento di richiamata responsabilità civile identificati dall’ufficio Ambiente e dalla polizia locale otto trasgressori per l’abbandono di sacchetti e materiale in strada

GALLIPOLI - In un momento epocale in cui ci si appella alla responsabilità civica per fronteggiare il possibile contagio virale del Covid-19 c’è chi, oltre a non rispettare le prescrizioni, si concede il lusso di proseguire nelle cattive abitudini di abbandonare in maniera indiscriminata sacchi o cumuli di rifiuti sul territorio comunale. Per questo continuano anche le azioni di contrasto al fenomeno da parte del Comune di Gallipoli e del comando della polizia locale atteso che i reiterati appelli al rispetto dell’ambiente e del decoro continuano a non fare ancora breccia nelle coscienze di alcuni trasgressori.

Un atteggiamento ovviamente stigmatizzato dagli amministratori comunali in quanto pone a vanificare le buone pratiche dei cittadini virtuosi e l’impegno per mantenere pulita la città. “Continueremo con questa linea perché gli atteggiamenti sbagliati di pochi vanificano la buona condotta degli altri e l’unica sconfitta, in questo modo, risulta la città intera” commenta l’assessore all’Ambiente, Giuseppe Venneri.          

Durante i controlli, proseguiti anche questa mattina, come da programma stabilito dalla commissione Ambiente di pari passo con l’ufficio preposto e congiuntamente a quello della polizia locale, sono stati identificati alcuni dei responsabili dell’abbandono lungo le strade o del conferimento inappropriato nei contenitori della raccolta differenziata. Da un primo report relativo alle ultime verifiche sono otto i cittadini identificati per aver indebitamente abbandonato i sacchetti della spazzatura in varie aree della città: i controlli continueranno nei prossimi giorni. “Non ci sono più sconti per nessuno, dove non subentra il senso civico occorre intervenire con provvedimenti più rigidi” dice il presidente della commissione Ambiente, Mino Nazaro, “sono stati già rintracciati gli ultimi trasgressori che saranno sanzionati. Nei sacchetti abbandonati nelle aree periferiche della città tramite i documenti personali siamo riusciti a risalire al nucleo familiare. È uno scempio, questi atteggiamenti sono inammissibili”.

Anche dal comando della polizia locale retta dal comandante Antonio Morelli e dall’assessore di riferimento, Paola Scialpi, si invita ancora una volta al rispetto delle norme sul corretto conferimento dei rifiuti e si rammenta che i controlli delle pattuglie e anche attraverso le foto trappole saranno sempre più capillari. “Il corpo di polizia municipale è sempre in prima linea e il lavoro è esemplare perché tutto il personale dedica la giusta attenzione alla tematica” commenta l’assessore Scialpi, “il decoro della città resta sempre un tassello fondamentale della nostra azione amministrativa in favore della comunità”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Schianto frontale in moto contro un'auto: muore 54enne, grave una donna

  • Trascina la figlia per l'orecchio, i clienti del bar si ribellano e finisce a botte

  • Coronavirus in Puglia: nove positivi, cinque nel Salento fra cui anziano di una Rsa

  • Sospetta violenza sessuale: 20enne con forti dolori denuncia stupro

  • Infezione da Covid-19: sono 56 i casi positivi nel Salento, 6 a Lecce

  • Nessuno stupro a Gallipoli: falso allarme, i due appartati prima del collasso

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento