Notizie da Gallipoli

Ztl e fototrappole, la marina della Baia Verde si “attrezza” per l’estate

La limitazione del traffico, valida per tutto l’arco della giornata, entrerà in vigore dal prossimo 3 luglio e resterà in auge sino al 30 di settembre. Chieste telecamere di sorveglianza nei punti nevralgici e per frenare l’abbandono dei rifiuti

GALLIPOLI - La marina della Baia Verde si “attrezza” per fronteggiare un’altra estate calda con l’incremento delle presenze e dei villeggianti a partire dalla fine di giugno e sino all’inizio di settembre. Con il ritorno della ztl integrale, la pulizia, il potenziamento dei controlli contro l’abbandono dei rifiuti, e la sistemazione di strade e viabilità tra le priorità immediate, e con le opere di bonifica dei canali e di ampliamento della rete pluviale nel prossimo futuro, interventi nuovamente sollecitati dai residenti e villeggianti.

In tale direzione si è svolto in questo fine settimana un nuovo incontro tra il presidente dell’associazione Pro Baia Verde, Giuseppe Bruno con il sindaco Stefano Minerva, l’assessore ai Lavori pubblici, Biagio Palumbo, e i dirigenti dell’ufficio tecnico Luisella Guerrieri e della polizia locale, il comandante Antonio Morelli per attuare gli accorgimenti necessari per fronteggiare le criticità della stagione turistica, anche al tempo dell’emergenza Covid, tra viabilità caos, parcheggi, sovraffollamento, sicurezza, schiamazzi notturni ed eccessi della movida giovanile. Sul fronte viabilità tornerà, secondo le disposizioni già impartite nella scorsa stagione, la zona a traffico limitato nella marina.

La limitazione del traffico, valida per tutto l’arco della giornata, entrerà in vigore dal prossimo 3 luglio e sarà in auge sino al 30 di settembre come disposto dall’apposita delibera della giunta comunale e che presto sarà attualizzata con un'ordinanza del comando della polizia locale. Ma nell’ambito della riunione in Comune sono state affrontate, e in parte anche riproposte, alcune progettualità per migliorare i servizi, la sicurezza e la vivibilità nell’ambito della marina. A cominciare dall’approvazione dell’opera di ampliamento della rete di raccolta delle acque meteoriche nella zona di piazza Aceri e viale Oleandri all’altezza dell’incrocio di via dei Ginepri e via delle Tamerici per fronteggiare il sempre attuale problema degli allagamenti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Un aspetto che il presidente dell’associazione, Giuseppe Bruno, ha rimarcato rinnovando anche la necessità della pulizia e manutenzione capillare delle griglie di scolo delle acque piovane e auspicando la programmazione di un incontro con il nuovo commissario del consorzio di bonifica Ugento-Li Foggi, per la definitiva risoluzione del nodo della pulizia e manutenzione della rete dei canali interni e della zona dei Samari. Tra i lavori urgenti da espletare a stretto giro anche quelli sul manto stradale con i rattoppi delle buche nelle vie della marina e sulla bretella di via Madonna del Carmine. Tra le novità di rilievo potrebbe arrivare anche l’installazione programmata delle videocamere di sorveglianza in punti strategici della Baia Verde e anche delle fototrappole per “stanare” gli sporcaccioni che abbandonano i rifiuti.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Lecce usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Colpo alla Scu: droga ed estorsioni. Scatta il blitz, dieci arresti

  • Nulla da fare per l'80enne scomparso: trovato morto nelle campagne

  • Cede il ponte, travolto da un'auto: 18enne con grave ferita a una gamba

  • Rientrano dal Brasile nel Salento: madre, padre e figlia positivi al Covid

  • Svolta nel caso Mauro Romano: identificato un uomo, sospetto sequestratore

  • Esce in bici e poi telefona alla famiglia: "Mi sono perso". Ore di ansia per un 80enne

Torna su
LeccePrima è in caricamento