Notizie da Gallipoli

La piscina online è un affarone: paga ma non la riceve. Denunciato per truffa 53enne

Un uomo di origini napoletane è stato deferito dagli agenti del commissariato di Gallipoli, per aver raggirato un cittadino del luogo. La vittima ha pagato in anticipo una grande vasca fuori terra, senza che gli fosse mai spedita. Dopo mesi di attesa, ha sporto denuncia

GALLIPOLI – Smascherare decine e decine di truffe online, nell’ultimo periodo, non è servito da deterrente ad altri raggiri. L’ultimo episodio è avvenuto, come sempre, su un noto sito online specializzato nella compravendita di oggetti usati. Fino ad ora, nel Salento, erano stati truffati acquirenti di smartphone, tablet, e persino di un cittadino del Tacco alla ricerca di un motore da barca. Ma non era sufficiente.

L’ultimo ad incappare nella finta vendita online, infatti, è stato un uomo residente a Gallipoli che, fidandosi della genuinità di un annuncio web, ha pensato di comprare una “conveniente” piscina fuori terra, di grandi dimensioni, al prezzo allettante di appena 350 euro.

Ha versato quella somma sul conto corrente indicato ed ha atteso paziente diversi mesi. E’ trascorsa l’estate e della vasca neppure “l’ombra”. Non vedendola arrivare, dunque, il malcapitato si è rivolto agli agenti di polizia del commissariato di Gallipoli, dove ha sporto denuncia. Gli inquirenti hanno avviato un’indagine, per poi risalire al titolare del conto corrente, un 53enne di origini napoletane, che ora dovrà rispondere del reato di truffa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sommozzatore in un pozzo: all’interno i resti del piccolo Mauro?

  • Forestali, denunce a raffica. E sequestrate 98mila piantine di melograno

  • Mezzo chilo di droga, pistole e munizioni: in manette zio e nipote

  • La barca s'incaglia, i tre pescatori tornano a riva sfidando il mare gelido

  • Assunzioni in Sanitaservice: pubblicato il bando per 159 posti

  • "Mi sta picchiando". Viene fermato due volte poco prima dell'alba e arrestato

Torna su
LeccePrima è in caricamento