Notizie da Gallipoli

Studenti “infreddoliti” nell’atrio del Comune. Confronto con il sindaco Minerva

Problemi con l’impianto di riscaldamento a causa di un allagamento nella sede distaccata del Nautico nei locali dell’ex tribunale

GALLIPOLI – Ad un anno esatto di distanza dal corteo in strada per protestare contro i disagi e la mancanza di riscaldamento nelle aule, i giovani studenti dell’istituto Tecnico Nautico “Amerigo Vespucci” di Gallipoli sono tornati a manifestare pacificamente  questa mattina nell’atrio della sede comunale di via Pavia. Oltre all’atavico problema della ristrutturazione della sempre più cadente vecchia sede scolastica di via Gramsci, studenti e professori dell’istituto superiore gallipolino hanno contestato la mancanza di riscaldamento che interessa in particolare la sede distaccata di via Pedone. Si tratta della sezione distaccata che da circa un paio d’anni è allocata nei locali dell’ex tribunale che ora, al primo piano ospita gli uffici del giudice di pace, mentre al secondo piano hanno trovato una sistemazione temporanea gli studenti del Nautico. La sede storica della scuola, come noto, è inagibile, e la competenza per la risoluzione della controversa vicenda è in capo alla Provincia di Lecce guidata ora da Stefano Minerva.    

Proprio il primo cittadino, recatosi nella sede comunale questa mattina, ha trovato ad attenderlo un nutrito gruppo di studenti e docenti che hanno palesato subito il mancato funzionamento dei riscaldamenti nei locali comunali dell’ex tribunale. Il sindaco ha così deciso di ricevere una delegazione di rappresentanti d’istituto e dei professori nel suo ufficio per affrontare la problematica palesata anche in passato, e in più occasioni, dalla dirigenza scolastica retta da Paola Apollonio.       

“Abbiamo subito accolto gli studenti e trovato con loro una soluzione” ha commentato Minerva dopo l’incontro, “la situazione, ad oggi paralizzata a causa di un allagamento, sarà subito risolta. Riportiamo il riscaldamento geotermico con la caldaia poiché più efficiente ed efficace: per affrettare i tempi, abbiamo contattato la ditta Gravili che sta provvedendo nell’immediato a reperire il bruciatore da installare. Ho chiesto che l’operazione venga effettuata nel più breve tempo possibile in modo tale da riportare tutto alla normalità entro mercoledì. La situazione dell’istituto Nautico” ha concluso il sindaco di Gallipoli, “mi è sempre stata a cuore e il mio impegno continua sebbene la situazione rimanga molto complessa. Oggi, così come lo scorso anno, ho ascoltato le problematiche e le esigenze degli studenti. Le porte dell’ascolto e del dialogo sono e saranno sempre aperte”.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • E' una vera vergogna sono anni che si parla ma puntualmente ogni anno ritornano i problemi. Gallipoli ha bisogno del suoi Istituto più ILLUSTRE. Sindaco/Presidente è ora di prendersi le proprie responsabilità e risolvi il problema Nautico, che il suo predecessore Gabellone lo ha SNOBBATO. A Bari sono stati derubati i soldi Stanziati dal Governo Renzi per Gallipoli, ma stranamente appena arrivati a Bari, il Presidente Emiliano li ha fatti sparire per altri Lidi. Sindaco vogliamo i nostri soldi ed il nostro Istituto, Invidiato da tutto il Meridione, per le sue Eccellenze

Notizie di oggi

  • settimana

    Truffe ad Inps anche coi bonus "Renzi": indagati due professionisti

  • Cronaca

    Razzia di notte a Sant'Isidoro: banda di ladri "visita" quindici villette estive

  • Attualità

    Plastica, pesticidi e antenne: le lotte future spiegate da un europarlamentare

  • Cronaca

    Abusi sulla figlia di otto anni: condannato a sette anni e mezzo il padre

I più letti della settimana

  • L’autopsia sulla giovane mamma: fatale una rara forma di embolia

  • Va a prendere il figlio maggiore e scopre che l'altro è chiuso nello scuolabus

  • Strada 275, colpo di sonno e finisce contro un furgone: in tre in ospedale

  • “Appena esco ci ritorno”. Ladro mantiene la promessa, di nuovo arrestato

  • Misterioso rogo nel negozio di attrezzature per party: fiamme devastano il locale

  • Truffe ad Inps anche coi bonus "Renzi": indagati due professionisti

Torna su
LeccePrima è in caricamento