Notizie da Gallipoli

Restauro 3D e tour virtuali per conoscere le origini del castello Angioino

Il Comune ha proposto per il finanziamento un progetto di valorizzazione e ricostruzione storica dell’antico maniero nell’ambito del programma “Magna Grecia” del Mibact

Il Castello di Gallipoli

GALLIPOLI - Un restauro digitale e un tour virtuale per conoscere l’origine e le peculiarità architettoniche dell’antico castello di Gallipoli affacciato sul mare. L’amministrazione comunale di Palazzo Balsamo punta al rilancio della roccaforte  angioina e lo fa candidando l’antico maniero nell’ambito del progetto “Magna Grecia” del ministero per i Beni e le attività culturali. Il programma, approvato con decreto del maggio dello scorso anno, è volto alla creazione di  nuove linee di sviluppo del territorio attraverso la nascita di un sistema culturale integrato e ai proponenti è stato chiesto di fornire progetti definitivi o esecutivi finalizzati a valorizzare le aree archeologiche, le strutture storiche, le componenti artistiche, nonché i contesti urbanistici  e architettonici della costa ionica.

Al bando pubblico, scaduto nei giorni scorsi, il Comune di Gallipoli ha deciso di rispondere con una proposta progettuale dal titolo: “progetto per la valorizzazione del Castello di Gallipoli: analisi storico-architettonica, rilievo laser scanner 3D e fruizione virtuale del monumento”, puntando ad incrementare la conoscenza dell’antico maniero da affiancare al processo di valorizzazione già avviato dagli attuali gestori del monumento, Luigi Orione Amato con la direzione artistica dell'architetto Raffaela Zizzari. Il progetto, curato dalla responsabile del servizio turismo, Adele De Marini e dalla dirigente di settore Maria Teresa De Lorenzis, si incentra sul monumento simbolo della città ionica, e si articolerà su un percorso di ricerca sistematica che, attraverso la revisione della documentazione, l'analisi archivistica, l'analisi storica e architettonica, unitamente al rilievo metrico con l'impiego di metodologie innovative di rilevamento quali il laser scanner 3D a colori e l'elaborazione dei dati, ha come obiettivo la ricostruzione tridimensionale del castello nella sua conformazione architettonica originaria, delle fasi costruttive e la sua fruizione virtuale.

Attraverso l'impiego di tecnologie avanzate quali il rilievo laser scanner tridimensionale a colori ad alta definizione (real-based) l’antico maniero la struttura sarà analizzata in ogni dettaglio e attraverso la creazione della nuvola di punti globale georeferenziata e del modello tridimensionale, si procederà al restauro digitale ragionato delle strutture esistenti e all'identificazione delle fasi costruttive dell’immobile, unitamente alla mappatura del degrado e alla diagnosi dei dissesti. Inoltre, la creazione di un unico ambiente virtuale esplorabile (virtual tour), attraverso una specifica piattaforma multimediale, consentirà la fruizione e la valorizzazione sia on-line che off-line con specifici modelli navigabili. La creazione di una realtà virtuale e l'applicazione della realtà aumentata permetterà di visitare, in remoto, il monumento, offrendo una fruizione integrata delle relative documentazioni storico-architettoniche, consentendo la valorizzazione sia culturale che turistica del bene.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (3)

  • Ma perché l'egregio signor Sindaco e la sua lodevole giunta non si danno da fare per trovare i soldi necessari a restaurare i manti stradali del centro urbano, che sempre più rassomigliano alle "trazzere" di un paese da terzo mondo?

    • Forse le farà in digitale 3D

  • Il nostro Castello ha bisogno di una RISTRUTTURAZIONE VERA e non digitale in 3D. Basta passare vicino al Rivellino per rendersi conto in che stato decadente è ormai.

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Uccide la moglie e poi si toglie la vita: la tragedia nel centro di Zurigo

  • Cronaca

    Controlli a raffica, nel Salento oltre 1 milione di pezzi sequestrati

  • Politica

    Nuovo strappo di Quintana. “In maggioranza troppa arroganza. Via dalle commissioni”

  • Economia

    Cresce il numero delle aziende in provincia di Lecce. Favorito il settore agricolo

I più letti della settimana

  • Macabra scoperta: ragazzino di 15 anni trovato senza vita nel letto dei genitori

  • Sgominata banda dei furti: tra gli otto arrestati anche il custode del depuratore di Taviano

  • Uccide la moglie e poi si toglie la vita: la tragedia nel centro di Zurigo

  • Scandalo del gasolio non raffinato: arrivano i primi risarcimenti

  • “Da Totò” spegne l’ultimo fornello. La città piange la morte lo storico ristoratore

  • Chiuso il cerchio sullo spaccio nelle Giravolte: in tre finiscono nei guai

Torna su
LeccePrima è in caricamento