Gallipoli Today A cura di Redazione

Patenti "bagnate" di alcool, notti d'estate con raffiche di denunce

Trentasei persone deferite, di cui ben 31 per guida in stato d'ebbrezza o dopo aver assunto stupefacenti. Trovata anche cocaina sotto il sedile di un dentista. Multe salate per tre posteggiatori abusivi. Scoperto furto in camping

Redazione 29 luglio 2012
39

 

GALLIPOLI – Sono ben trentuno le persone denunciate fra Gallipoli, Nardò e Casarano, nel fine settimana, di cui venti per guida in stato d’ebbrezza o dopo aver assunto sostanze stupefacenti. Fra queste ultime, spicca un dato: sette sono esponenti del gentil sesso che, quanto ad alzare il gomito, non sono da meno rispetto ai loro colleghi maschi. Altri nove giovani sono stati segnalati alla prefettura perché trovati con modici quantitativi di droghe per uso personale.

Nella città di Gallipoli, i controlli si sono svolti nei pressi dei vari locali notturni. Le strade sono state presidiate da militari del nucleo operativo e radiomobile, ai quali si sono aggiunti, di rinforzo, altri carabinieri a bordo di pattuglie dei distaccamenti di Galatina, Copertino e Cutrofiano.

Venti, come detto, le patenti ritirare: diciassette conducenti sono denunciati per guida in stato di ebbrezza e tre per guida sotto l’effetto di sostanze stupefacenti (un 32enne e un 24enne di Galatina che si sono rifiutati di sottoporsi all’esame di laboratorio, più un 23enne di Nardò trovato positivo ai cannabinoidi).

Nel caso di sette automobilisti, i carabinieri hanno riscontrato un tasso alcolemico oltre due volte quello consentito e, in cinque, addirittura di quasi tre. Tra i denunciati, anche molti turisti: una romana 33enne (tasso 1,44 grammi per litro), un romano 34enne (tasso 1,44), uno svizzero 40enne (tasso 1,03), un viterbese 23enne (tasso 1,21), un parmense 24enne (tasso 062), una perugina (tasso1,03), un altro svizzero, 35enne (tasso 0,89), nonché un cittadino di origini francesi.

Sono state 789 persone sottoposte a controllo, usando prima il precursore e poi, nei casi ritenuti sospetti, l’etilometro vero e proprio. I carabinieri hanno anche elevato ottantanove contravvenzioni per varie violazioni al codice della strada.

Un altro fenomeno sul quale i carabinieri stanno svolgendo controlli è quello dei posteggiatori abusivi, anche a causa di un aumento dei danneggiamenti dei veicoli lasciati in sosta nei pressi dei locali notturni e del furto di oggetti all’interno. Fra Nardò e Gallipoli, i militari hanno identificato e sanzionato tre individui, con multe di 726 euro ciascuno. Le somme in loro possesso sono state sottoposte a sequestro.

Sempre a Gallipoli, sono stati segnalati al prefetto uso non terapeutico di sostanza stupefacente nove giovani turisti di età compresa tra i 17 e i 23 anni. Sequestrati 12,5 grammi di marijuana, 16 di hashish e 1.5 di cocaina. La cocaina, in particolare, si trovava sotto il sedile dell’auto di un dentista salentino. Evidentemente, non da usare come anestetico per qualche operazione.

Sempre durante le perquisizioni di automobilisti in transito nella “Città Bella”, i carabinieri hanno denunciato, per detenzione illegale di oggetti atti ad offendere, un 26enne del nord Salento: aveva un bastone a forma di birillo, lungo 35 centimetri.

Non sono poi mancate visite anche nei campeggi. In uno di questi, è stato denunciato per furto aggravato un 22enne salernitano, bloccato mentre rubava un cellulare di proprietà di un ignaro turista. L’attenzione dei militari è stata attirata dal 22enne, nel momento in cui gettava, oltre una siepe, una scheda sim, poco prima tolta dal cellulare, rinvenutogli addosso. Il telefono è stato restituito al legittimo proprietario.

Nella zona di Nardò, infine, i militari della stazione hanno denunciato per ricettazione un giovane del posto, trovato alla guida di uno scooter con una targhetta identificativa che era stata oggetto di denuncia per smarrimento, qualche tempo addietro. Il mezzo è stato sottoposto a sequestro.

Controlli serrati anche da parte dei carabinieri della compagnia di Casarano, impegnati nel territorio dei comuni di Taviano, Racale, Ugento, Casarano, Parabita interessando 15 pattuglie e più di 35 militari. Due giovani di Taviano, M. L. 35enne, e P. M. 26 anni, sono stati denunciati dai carabinieri di Racale con l’accusa di essere gli autori del furto di un portafogli all’interno di un bar.

Complessivamente sono state controllate 172 persone e 115 tra autovetture, motocicli e ciclomotori. Quattro i veicoli sottoposti a sequestro e fermo, sette, invece, le patenti ritirate poiché non in regola con le norme del codice della strada. Nell’ambito degli stessi accertamenti sono stati denunciati, per guida in stato di ebbrezza, quattro giovani salentini: S.M.; R.R.; D. A e M.G. , tutti tra i 25 ed i 29 anni, poiché sorpresi alla guida delle proprie autovetture con tasso alcolemico superiore a quello consentito. Due le persone denunciate per guida in stato di alterazione psicofisica dovuta all’assunzione di stupefacenti: G.P. e S.G., di Parabita e Ugento.

Una persona è stata segnalata alla questura di Lecce per l’adozione del provvedimento di foglio di via obbligatorio. Tre i giovani segnalati alla Prefettura di Lecce quali assuntori di sostanze stupefacenti. Infine sono 24 le persone sottoposte a provvedimenti restrittivi della libertà personale o sottoposti alla misura di prevenzione personale della sorveglianza speciale.

Altri controlli sono stati svolti dalle pattuglie di polizia della questura, sempre su Gallipoli e anche nella zona di Otranto. Gli agenti hanno sottoposto a controlli con precursori ed etilometri numerose persone, perlopiù giovani, tra i 18 ed i 32 anni. Sono state 646 le persone controllate, con ventitré contravvenzioni e cinque denunce per guida in stato di ebbrezza. Le patenti ritirate sono state quindici. A queste, si aggiungono anche quattro carte di circolazione. Decurtati 186 punti dalla patente e distribuiti 96 biglietti omaggio di ingresso alle discoteche ai guidatori designati trovati sobri al volante.

 

Annuncio promozionale

 

Gallipoli
patenti ritirate

39 Commenti

Feed
  • Avatar di Salentino Doc

    Salentino Doc Voi Gallipolini fanatici della vostra città! Un sano amore è auspicabile per ogni città/paese ma il fanatismo è altra cosa! Detto questo la questione è molto ma molto semplice, per l'80% (o anche più;) vivete di turismo, il tempo dei 60enni tedeschi o francesi è finito per svariati motivi; ora c'è solo il turismo giovanile, che comunque non è detto che produca meno ricchezza. Una città che basa la propria economia sul turismo deve accettare dei compromessi, purtroppo per questa questione siete padroni della vostra "perla" 300 giorni l'anno. Ma andate a chiedere a chi ha un'attività turistico/ristorativa o a chi ha la seconda casa trasformata in B&B se questo turismo non va bene, grazie alle seconde, terze, quarte attività i vostri concittadini "arrotondano" lo stipendio anche di 10000 euro annui e vi lamentate per la musica alta o per la maleducazione? Tra l'altro io a Gallipoli ci ho lavorato e vi posso assicurare che il popolo più educato del mondo non lo siete neanche voi!

    il 16 agosto del 2012
  • Avatar anonimo di Antonio Digallipoli

    Antonio Digallipoli CARISSIMO ARTURO, Come possibile discutere di un piano economi e di sviluppo se il nostro TEATRO DA BARACCONI è sempre stato gestito da gente incompetente. GALLIPOLI racchiude una storia da moltissimi anni ormai sommersa da tutti questi burattini che sembrano di vivere nel paese dei BALOCCHI........ Il nome della città di Gallipoli deriva da Kale polis, un nome imposto dai colonizzatori ellenici provenienti dalla Grecia, il cui significato è città bella, ma non tutti forse sanno che ancor prima si chiamava ANXA La tradizione storica ci fa sapere che il primo abitato di Gallipoli, di origine messapica, si denominava Anxa o Anxur, cioè "villaggio che sorge in un luogo elevato dal mare". Altri sostengono che deve la sua origine agli abitanti di un'antica città siciliana, Gallipoli, i quali, in fuga dalla loro patria governata dal tiranno Dionigi, trovarono rifugio sulle coste salentine. Alcuni storici hanno ritenuto che la città originariamente sia stata Alezio, mentre lo scoglio su cui sorge sarebbe servito in un primo tempo come stazione di sosta per pescatori aletini?" ; Durante il 265 Avanti Cristo, Gallipoli fu conquistata dai Romani, che in quel tempo erano una delle maggiori potenze in Italia, Successivamente, venne occupata dai Barbari, nel 450. Più tardi, nel 542 Dopo Cristo, Gallipoli, venne ricostruita da cima a fondo, dall’ Impero Romano di Onesti, che la potenziò di apparati difensivi, come la costruzione del castello in difesa del centro storico di Gallipoli. Nel 710, Gallipoli fu visitata da Papa Costantino, che passò di lì, durante il viaggio che stava compiendo da Roma a Costantinopoli. Durante il XI secolo, Gallipoli e il Salento, vennero occupati dai Normanni che liberarono la città dai Greci, e successivamente, dopo un periodo di tranquillità, la città, subisce un ferocissimo assedio dal re Carlo I D’ Angiò , che durò fino al 1268. Successivamente, trovò la forza di espandersi, grazie al continuo aumento delle attività portuali. siamo passati anche sotto il dominio SPAGNOLO,Successivamente, Gallipoli entrò a far parte del Regno di Napoli, e Ferdinando I di Borbone, iniziò una serie di migliorie per la città, la più importante è quelle della costruzione del porto. Durante il successivo periodo Borbonico, divenne capoluogo di distretto, e in seguito con l’ Unità d’ Italia, si trasformò in capoluogo di circondario, assieme alle città di Lecce e Taranto. Oggi invece viene nominata come una città turistica di COSA ? SI CERTO SONO TORNATI BARBARI TRAVESTITI DA FALSI TURISTI, che si trasformano la notte tra l'alcol, la droga, le violenze sessuali, questa è la storia attuale di gallipoli ? Dove sono tutti quei monumenti nascosti mai messi in evidanza per via dell'ediliza selvaggia ? @ GALLIPOLITICA QUESTA E LA STORIA DI GALLIPOLI SE LA CONOSCI........QUESTO DOVREBBERO CONOSCERE I TURISTI VERI....

    il 31 luglio del 2012
    • Avatar di Arturo Orlando

      Arturo Orlando La ringrazio gentile amicoANTONIO del cenno di storia che mi ha,e ci ha gentilmente donato.Che bello sapere che un concittadino,e sicuramente sono tanti a conoscere la nostra storia,le nostre origini,le nostre radici;veramente meraviglioso.Ecco cosa significa LECCEPRIMA conoscere,sapere;non difesa ad oltranza,e senza propositività.Grazie di nuovo.orlando arturo.

      il 31 luglio del 2012
  • Avatar anonimo di Antonio Digallipoli

    Antonio Digallipoli @ Carissimo amico VERITAS, lascia perdere GALLIPOLITICA, sono parole sprecate al vento, come parlare ad un falso sordo, oppure un falso cieco CHE non vede oltre il suo amato V. BARBA.... . Di gallipoli non gli può fregare di meno sta cosi bene che non si preoccupa di vedere la realta dei fatti che da anni esistono in questa città.... GALLIPOLITICA SAI COSA VUOL DIRE TURISMO ? SAI COSA VUOL DIRE TURISMO DA SBALLO ? SAI COSA VUOL DIRE TURISMO DA BORDELLO ? Il turismo non deve essere solo 15 giorni in agosto ma 360 giorni l'anno.... GALLIPOLI HA QUESTE CAPACITA' DI FARLO PERCHE' GALLIPOLI HA LA SUA STORIA CULTURALE DA RACCONTARE.....MA FORSE TU NON CONOSCI NEMMENO LA STORIA DELLA TUA CITTA'... " CARPE DIEM

    il 31 luglio del 2012
    • Avatar di Arturo Orlando

      Arturo Orlando EH si gent.le signor ANTONIO,LEI ha detto bene,la nostra città ha una posizione geografica,ed un potenziale da poter ospitare un turismo che va;da GENNAIO,A DICEMBRE,cose che ho sempre sostenuto.Naturalmente a GALLIPOLI urge un piano economico,e di sviluppo per poter creare posti di lavoro. Però vede gent.mo signore i FENOMENI DA BARACCONE queste cose non le capiranno mai,pensano solo a difendere l'indifendibile.un cordiale saluto orlando arturo.

      il 31 luglio del 2012
  • Avatar di GALLIPOLITICA

    GALLIPOLITICA La nostra unica azienda a Gallipoli è il turismo , gli unici a non averlo capito paradossalmente è proprio il COMUNE ( intesa come istituzione , e non le varie giunte che si avvicendano) dovrebbe essere Lui a gestire tutto , l'asperimento con i Privati è fallimentare , disordine, sporco, nero, scontrini , deturpamenti ecc

    il 31 luglio del 2012
  • Avatar di Veritas

    Veritas @ Gallipolitica, siamo in molti ha sognare una Gallipoli diversa , ma se ci fermiamo ai sogni e non facciamo niente per farli diventare realtà mi dici quale contributo diamo? Quando l’anno scorso Venneri prese la decisione sugli orari qualche gestore di stabilimento balneare fece affiggere all’ingresso del lido il manifesto funebre “E’ MORTO IL TURISMO” . “”””Avevano ragione ???????”””” E’ morto il turismo con la T maiuscola ed è nato il turismo scellerato, da sballo a tutti i costi, della trasgressione sotto gli occhi della gente di giorno e di notte , il turismo che crea spazzatura e PURTOPPO provoca morte sia in termini di qualche vita umana sia in termini economici per la città , tanto che Rimini e Riccione hanno ufficialmente ringraziato Gallipoli per avergli estirpato il cancro. Sono gli stessi gestori che fecero attaccare i manifesti funebri che………..alimentano e gioiscono per queste orde di giovani che approdano a Gallipoli tipo mordi e fuggi per “SBALLARSI” ,per fare di tutto e di più in totale libertà e in tutta trasgressione.

    il 31 luglio del 2012
  • Avatar di GALLIPOLITICA

    GALLIPOLITICA Veritas non so se ti riferisce a me, se così è, ti dico che, se non commento più certe cose non è che non mi interessano o non avrei argomenti ecc, ma semplicemente sognerei una Gallipoli un pò più al di sopra di questi livelli .

    il 31 luglio del 2012
  • Avatar di Veritas

    Veritas Noto con un pizzico di amarezza che qualche commentatore tuttologo prende la distanze e non posta commenti sugli articoli che riguardano “DROGA, ALCOL, INQUINAMENTO ACUSTICO e AMBIENTALE . SPAZZATURA Ecc, e tutto questo TURISMO DELLA PEGGIORE SPECIE. Avrà ricevuto qualche “ordine di scuderia” da parte di chi l’anno scorso quando Venneri modifico’ gli orari degli esercizi commerciali, per evitare l’inquinamento acustico notturno, fece cadere la maggioranza e per festeggiare fece uscire la Banda.? Ora teniamoci tutto questo ,credo che sarebbe stato ancora peggio se fosse andato a governare l’altro candidato. Gallipoli purtroppo E’ CONDANNATA A SPROFONDARE SEMPRE PIU’ IN BASSO.

    il 31 luglio del 2012
  • Avatar di Associazione Politico Culturale

    Associazione Politico Culturale L’Associazione politico-culturale “Gallipoli 2012” ha pubblicato qualche giorno fa sul suo sito (www.gallipoli2012.it) una nota dal titolo “Musica e regole”, che prendeva lo spunto da una notizia, apparsa sul Corriere della Sera, di un concerto di Bruce Springsteen, tenuto ad Hyde Park ed interrotto dagli stessi organizzatori alle 22,40 perché aveva sforato di 25 minuti i limiti imposti dall’Amministrazione londinese. Il giornalista del Corriere così scriveva: “Sulle prime veniamo colpiti da una lezione di giustizia. Soprattutto a casa nostra, il Paese dei vip e degli ingressi riservati, il Paese delle deroghe, dei distinguo, del chiudiamo un occhio, delle sempre nuove eccezioni alla regola. A noi questo provvedimento appare subito rinfrancante: c’è ancora speranza per un’umanità autenticamente democratica. Vediamo anzitutto il risvolto civile, la statura di un popolo che non concede privilegi a nessuno…che bellezza, tutti i concerti sono uguali davanti alla legge…”. La nota dell’Associazione Gallipoli 2012 così concludeva: pensiamo “alle emozioni che possono provare leggendo questa notizia i residenti a Gallipoli nella zona del Lido San Giovanni o nella Baia Verde. Appunto, qui siamo a Gallipoli, dove la regola è la deroga in favore degli amici, l’eccezione, l’arte del distinguo, in sostanza il mancato rispetto di ogni regola. Non siamo mica a Londra, e poi, vuoi mettere Parco Gondar con Hyde Park, i Sud Sound Sistem con Springsteen o con McCartney? Che tristezza: quando potranno riconoscere anche a noi “la statura di un popolo che non concede privilegi a nessuno”? Meditate, amici, meditate”.

    il 30 luglio del 2012
    • Avatar di Veritas

      Veritas Ma il Signor Sindaco che dice? Aspetta che passi ferragosto per dire qualcosa? Come sempre "topu la festa sparane li fochi" NON SE NE PUO' PIU? Pensare che sono un paio i lidi colpevoli di questo scempio . Sono così potenti che  l'istituzioni non riescono a risolvere il problema? O bisogna farsi giustizia da soli  ? L'esasperazione è tanta che ha superato qualsiasi limite di tolleranza.

      il 30 luglio del 2012
  • Avatar di Ronzu Santu

    Ronzu Santu @ Veritas..... bè se per un mese dovete fare tutto questo caos per i turisti,non voglio pensare a chi vive in città e si ritrova questi ragazzi tutto l'anno!!ma basta per cortesia lei parla per una questione personale contro i turisti ma le dico solo una cosa a gallipoli non ci sono solo i divertimenti sulle spiagge vedi anche tutti i locali notturni(pub,richiamano ragazzi)(discoteche,richiamano ragazzi)(GALLIPOLI,richiama ragazzi)(concerti,richiamano ragazzi)quindi ci stà ben altro dove appellarsi!!e penso che propio gallipoli viva di questo turismo.....(senò eri morti nel senso buono) e ne puoi stare certo!!

    il 30 luglio del 2012
    • Avatar di Veritas

      Veritas Mi convinco sempre di più che non conosci veramente la realtà di cui stiamo parlando. E' come dire " le ventre china nu crite u tasciunu"La pancia piena non crede il digiuno. Sono, ormai 10 anni che va avanti la storiella, non parlo per una questione personale, ma solo per una questione di giustizia sociale, e del vivere civile. Gallipoli vecchia è invivibile fra poco ti troverari i tavolini dei ristoranti dentro casa, per passeggiare devi chiedere spazio alle persone sedute mentre i camerieri con i piatti in mano passano davanti e devi fare attenzione a non urtarli altrimenti ti versi addosso il contenuto delle pietanze, e (((l'ASL ????)))))( non puoi passeggiare sui marciapiedi perchè ti trovi tavoli e tavolini e sei costretto a scendere sulla strada con il rischio di essere investito. Padula Bianca è il Far West lo stesso dicasi per la Baia Verde ,questo turismo fatto di giovani che dormono in macchina o per terra non porta benessere , ma maleducazione, sporcizia di tutto e di più. Venga a farsi una passeggiata a gallipoli e vedrà questi zombi come sono ridotti all'uscita dai locali che sparano la musica fino all'alba. Fatti e strafatti. E dopo puoi commentare.

      il 30 luglio del 2012
  • Avatar anonimo di Antonio Digallipoli

    Antonio Digallipoli @ CARISSIMO ARTURO ORLANDO, come commenntatore di questa redazione, la rispetto cordialmente perche vedo in lei una persona molto stimata da meritare il rispetto reciproco. Ma purtroppo per quanto riguarda GALLIPOLITICA non credo sia in grado di capire sarebbe meglio parlare ad un marco di carrara forse ti ascolterebbe con educazione. Ma quando una persona e CIECA, SORDA, MA SOLO PARLARE SENZA SENSO MEGLIO LASCIAR PERDERE.... " un detto gallipolino.. LU PURPU SE COCE CU L'ACQUA SUA STESSA..... così è stato, ma il fatto che sono bravi anche nel negare l'evidenza dei fatti. Con grande rispetto io sono un SERVITORE DELLO STATO, come lo e' stato lei da quello che ho potuto capire per questo certe persone non possono capire quando tutto le diventa facile nella vita. Ero un adolescente quanto MARIO FOSCARINI era sindaco di questa città nonostante dal mio punto di vista politico era opposto è stata l'unica persona che a dato dignita in questa città... d'allora si sono susseguite amministrazioni che hanno distrutto questa città. Spero che questa amministrazione sia in grado con il tempo di risolvere qualcosa altrimenti per le prossime politiche dovremmo cercare di scendere in campo con persone, PULITE, SANE, ONESTE, CON DIGNITA' ED AMORE PER QUESTA CITTA' CHE LO MERITA, come meritiamo noi di essere rispettati. la saluto cordialmente ANTONIO DI GALLIPOLI.

    il 30 luglio del 2012
    • Avatar di Arturo Orlando

      Arturo Orlando gent.mo signor ANTONIO DIGALLIPOLI,la rigrazio di cuore,oso dire con un certo senso di commozione per le gentili,e nobili parole con cui si rivolge al sottoscritto,sappia che pur non conoscendola nutro sentimenti di profondo rispetto,e se mi permette affetto per la sua persona.le aguro ogni bene,e buona vita a LEI e tutte le persone a cui vuole bene.La prego continui con i suoi meravigliosi commenti,non lasci orfana la nostra GALLIPOLI dei suoi ,coerenti,ed obittivi pensieri.orlando arturo.

      il 30 luglio del 2012
  • Avatar anonimo di Antonio Digallipoli

    Antonio Digallipoli Carissimo FRANCESCO LOSOIO, nessuno vi toglie il diritto di divertirvi, lo potete fare qunto e come volete, siete liberi cittadini, viviamo in un paese democratico dove non esiste la legge marziale, ne il coprifuoco la sera. anch'io sono stato giovane come te, anche se ho i miei 46 anni suonati forse lo sono ancr più di altri giovani che ne dimostrano 70 per come si riducono. Il divertimento però non deve essere scambiato per cafonaggine, maleducazione, menefregismo, violenza, ecc.ecc. Puoi divertirti non solo in estate ma 360 giorni all'anno senza che nessuno ti possa disturbare ma se poi incombi in qualche sanzione giudiziaria devi prendertela con te stesso. NON AGGIUNGO ALTRO CARPE DIEM

    il 30 luglio del 2012
  • Avatar di Francesco Losoio

    Francesco Losoio ma io non so bho,fate bene ha fare tutti questi controlli...ma se ci togliete anche il divertimento specie in estate,cosa ci resta ah noi giovani?

    il 30 luglio del 2012
    • Avatar di Kale' Polis

      Kale' Polis C'è modo e modo per divertirsi....il problema della maggior parte di VOI giovani (io anche lo sono ma ho dignità di me stesso e rispetto verso gli altri) è che non avete valori,dignità,rispetto e civiltà!!!E l'atmosfera e la strutture esistenti a Gallipoli incentivate da quello che offrono sono come miele per le api per attirare il turismo di massa peggiore!

      il 30 luglio del 2012
  • Avatar anonimo di Antonio Digallipoli

    Antonio Digallipoli Carissimo lettore IGINO, da come posso interpretare il tuo commento mi fai capire che potresti essere uno dei tanti proprietari di stabilimenti, bar, pub, dove la notte si trasformano in discoteche fuori controllo....... Se non ti piacciono i nostro commenti allora puoi anche evitare di leggere e commentare, la redazione da la possibilità di leggere, commentare, nel bene e nel male. LEI dove vive ? sei GALLIPOLINO ? perchè se lo sei rimango esterefatto dal suo commento. ESISTONO DELLE ORDINANZE CHE NON VENGONO RISPETTATE LO CAPISCI ? LE STRADE DI NOTTE DIVENTANO DELLE DISCARICHE APERTE DOVE TROVI DI TUTTO dalle bottiglie lasciate per terra al VOMITO DAVANTI ALLE ABITAZIONI....... QUESTA E INCIVILTA LASCIATA NON CERTAMENTE dal cittadino GALLIPOLINO. Se ti vengono a suonare sotto casa con il volume a PALLA che fai rimani in silenzio ? Questi locali guadagnano una barca di soldi senza rilasciare uno cavolo di scontrino e se lo chiedi ti fanno la morale...... QUINDI RISPARMIATI QUESTI COMMENTI INUTILI....

    il 30 luglio del 2012
    • Avatar di Veritas

      Veritas @ Antonio Digallipoli, sicuramente il commentatore Igino per sua fortuna non abita a Gallipoli e la notte dorme e riposa senza disturbo alcuno, perchè altrimenti non avrebbe parlato in quel modo. Certamente lui quando arriva a casa entra comodamente perchè nessuno gli ha parcheggiato l'auto in maniera da impedirgli l'accesso come ho visto io ad una famiglia che rientrando a casa con il congiunto portatore di handicap seduto su sedia a rotelle che è rimasto fuori casa per ore fino a quando non siamo riusciti a spostare con forza la macchina per dare la possibilita di entrare nella sua casa con la sedia a rotelle.

      il 30 luglio del 2012
  • Avatar di Valerio Longo

    Valerio Longo La Cittá di Gallipoli non ha nulla da temere per il passaggio di qualche discutibile turista dieci giorni all'anno. Questo articolo dimostra che qualcuno, mentre altri, i tuttologi che trovano il tempo per commentare, o meglio sparlare su ogni argomento, compie il proprio dovere. Buon lavoro alle forze dell'ordine. Mentre la Cittá dovrebbe essere preoccupata della presenza di certi pseudocommentatori, il cui unico interesse, con la scusa della salute e della quiete pubblica, vogliono asservire il territorio alla propria asocialitá. Un branco di disadattati che preferisce la Gallipoli sonnacchiosa dell'inverno. Mentre vivono l'estate con insofferenza nei confronti di tutti gli eventi ed infastiditi dalle frotte di turisti pregano perché se ne vadano presto. Non importa se qualcuno grazie a questa movida trova, almeno per 2, 3 settimane una fonte di guadagno, un lavoro, una boccata d'ossigeno in tempi sempre piú difficili. Ma perché non andate meglio... a spostare la sedia che avete posto sulla strada fuori la porta di casa per impedire a qualche povero automobilista di parcheggiarvi l'auto di fronte!?

    il 30 luglio del 2012
    • Avatar di Kale' Polis

      Kale' Polis ....se a lei piace l'anarchia e la giungla allora si trasferisca per le vacanze altrove come consiglio a tutte quelle bestie che vengono solo a dar fastidio con i loro comportamenti "da vacanzieri senza regole".Ti farei abitare a Gallipoli dove 24h su 24h si è accompagnati da schiamazzi,musica a tutto volume,spazzatura,vomito e cocci di bottiglia ovunque....ma forse tu sei uno di loro se parli così....VIA DA QUI!!!

      il 30 luglio del 2012
  • Avatar di Veritas

    Veritas @ Santu Ronzu, Da come parli si capisce che non conosci la realtà di quei posti. I lidi lavorano alla grande tutto il giorno , basta andare a vedere e chiedere un ombrellone, se sei fortunato lo trovi all'ultima fila ed andare a prendere qualcosa di fresco al bar tipo acqua e vedi quanto ti costa. Non basta lavorare cosi? Questi signori nonostante gli incassi giornalieri abbastanza cospicui non si accontentano e trasformano l'arenile in concessione in discoteca all'aperto e di notte per attirare i clienti "sparano musica a più non posso" tanto da essere udita a KILOMETRI di distanza , e attirano coloro che a Gallipoli vengono per " SBALLARSI " con "DROGA" e "ALCOL" E' quello che diventa un facile ed incontrollato guadagno. Chi se ne fotte se la gente che villeggia vicino non riesce a riposare e dormire. Di questo Santu Ronzu si tratta e non altro.

    il 29 luglio del 2012
  • Avatar di Ronzu Santu

    Ronzu Santu 50 anni di proibizionismo non sono serviti a una mazza quindi è solo un loro interesse.si possono attivare autobus a pagamento che collegano le città maggiori con i comuni minori si risparmierebbero centinai di vite sulla strada,centinai di soldi per il controllo notturno delle forze dell'ordine e meno patenti. per chi invece critica i locali notturni penso che non tutti possono fare ne i dottori ne gli agricoltori e ne gli operai senò ci fosse ancora più disoccupazione quindi ognuno fa il suo lavoro e poi secondo voi i turisti dove devono andare a divertirsi se questi locali chiudono?pensate che davvero facciano tanto male questi turisti?io penso che chi si ritrova un negozio o un'alimentari o un bar i turisti li vuole e come e sincero io non essendo neanche uno di quelli i turisti nel mio salento a visitare le nostre bellezze li voglio...BASTA FARE I PERBENISTI UN GIORNO ANCHE VOSTRO FIGLIO PUO CAPITARE IN UNA DISGRAZIA!!!e non ve lo auguro!!

    il 29 luglio del 2012
  • Avatar di Veritas

    Veritas @ Kalè Polis, perfettamente daccordo con te. Fra due giorni è il primo Agosto e molte persone risponderanno fra 15 giuorni è finito tutto. E' passato un'altro anno d'inferno e da incubo e ................ Sarà pure cosi o ancora peggio l'anno prossimo. Questa è quello che succede da 10 anni ,questo è quello che fanno i politici che si fanno eleggere dai ristoratori., commercianti, gestori e concessionari dei lidi. La procura fu interessata credo l'anno scorso, e quest'inverno furono sequestrati gli atti e le autorizzazioni emesssi dal Comune, che è successo??????? Per il momento N I E N T E D I N I E N T E anzi la cosa è peggiorata e in maniera spudorata.

    il 29 luglio del 2012
  • Avatar di Kale' Polis

    Kale' Polis Se non si scende in piazza a protestare veementemente e non si inoltrano denunce alla Procura Della Repubblica NON SI RISOLVERA' MAI NIENTE!!!!Bisognerebbe creare un comitato,di protesta,semmai usando un social network,e raggiunte un certo numero di adesioni,compatti e solidali,scendere in piazza ed inoltrare petizioni firmate alla Procura!BISOGNA FARE AZIONI CONCRETE PER POTERCI SALVARE DA QUESTO,CANCRO!!!

    il 29 luglio del 2012
  • Avatar anonimo di Antonio Digallipoli

    Antonio Digallipoli Carissimo ARTURO ORLANDO, VERITAS, GALLIPOLITICA, GABBIANO CORSO, KALE POLIS, ELLA: Sono giorni interi che parliamo dello stesso argomento, come voi ne sono felice di tutti questi controlli visto che sono anche dei miei colleghi servitori dello stato, possiamo discutere quanto vogliamo, dare la colpa al SINDACO attuale, come abbiamo dato anche ai suoi predecessori, qui il problema che non vengono rispettate le LEGGI, LE NORMATIVE, LE DELIREBE REGIONALI, E PROVINCIALI,..in questa cavolo di città tutti si sentono PADRINI... liberi di fare quello che vogliono, non ci sono VIGILI che controllano pensano soltanto a litigare per farsi le ferie tutti ad AGOSTO cosa che sta succedendo attualmente. VERITAS.. ha pienamente ragione che raccogliamo solo il volto negativo del turismo, lo schifo totale, gentaglia che pensa soltanto a drogarsi e bere in maniera scellerata da coma etilico. OLTRE ALLA RESPONSABILA' della nostra amministrazione io do la colpa principale ai gestori dei locali che pensano soltanto ai soldi..... RIPETO... spero che non succeda mai che un loro parente venga coinvolto in un grave incidente causato da un ubriaco uscito proprio da un loro locale dove hanno somministrato alcol dopo l'orario previsto.... Per tutti coloro che abitano sotto la BAIA VERDE PRENDETE UNO STEREO ENORME CON CASSE DA CONCERTO RECATEVI SOTTO LA CASA DI CHI RILASCIA QUESTE AUTORIZZAZZIONE E FATE SENTIRE CIO CHE ACCADE OGNI SERA............... BISOGNA FAR CHIUDERE QUESTI STABILIMENTIIIIIIIIIIIIIII !!!!!!!!! ORA BASTAAAA

    il 29 luglio del 2012
    • Avatar di Piero Pelù

      Piero Pelù Io queste iniziative di proibizione sull'alcool(o proibizione in generale) non le capisco!! Cioè,per quale losco motivo gli alcolici devono essere serviti fino a un certo orario? A QUALE PRO? Se voglio bere e so che dopo mezzanotte non vendono più alcolici me li porto da casa. Se sono ubriaco e guido,faccio incidente indipendentemente dall'orario. Non voglio difendere chi guida ubriaco,piuttosto penso che sia necessario trovare soluzioni REALI ed EFFICACI(e non sparate alla Giovanardi). Io mi preoccuperei anche di altre cose mooooolto gravi,e che nessuno è andato a controllare:nel salento,e in particolar modo a Gallipoli,i bar  somministrano alcolici a chiunque,indipendentemente dall'età.

      il 29 luglio del 2012
    • Avatar di Arturo Orlando

      Arturo Orlando Gent.mo signor ANTONIO DIGALLIPOLI,mi perdoni,voglio farle una premessa,credo che sia la stragrande maggioranza dei gen.t lettori di L.P.,sono stato,sono,sarò un grande sostenitore,rispettoso di tutti i SERVITORI DELLO STATO;FORZE DI POLIZIA,CARABINIERI,MAGISTRATI;non fosse altro per aver vissuto gli anni di piombo a fianco a coloro che combattevano le b.r.. detto ciò desidero informrla che tutte,dico tutte le giunte susseguite da dopo il compianto MARIO FOSCARINI HANNO LA RESPONZABILITA' FISICA,E MORALE DI COME E RIDOTTA LA NOSTRA CITTA'.Le dirò di piu,' non intravedo agli orizzonti cambimenti tali che portino alla risoluzione dei problemi da LEI gentilmente posti,e sono:ordine,pulizia,stato di diritto,MORALITA',parola molto importante.Ecco desideravo risponderle con quel tale garbo,e rispetto usato da LEI in tutti i suoi comeenti.Però se mi permette prima di concludere la pregherei di far capire al tale gallipolitica,difensore del l'indifendibile che le responsablità ripeto sono di tutti,e non solo da una parte.La saluto cordialmente orlando arturo.

      il 29 luglio del 2012
    • Avatar di mimmo salentino

      mimmo salentino Caro Antonio Digallipoli sono totalmente d'accordo con Te,io non sono di Gallipoli ma lo amo.e mi auguro che tanti gallipolini di buon senso come Te ,(e siete tanti),riusciate a riprendervi Gallipoli, riportandola a quando eravamo orgogliosi si sentirsi vicini territorialmente alla  " PERLA DELLO JONIO " e non alla citta dello sballo e dello spaccio e consumo di droga, e  che negli ultimi estati e appannaggio di napoletani e baresi senza scrupoli, titolari dello sfascio della nostra meravigliosa citta,mandiamoli via con i loro traffici maledetti,

      il 29 luglio del 2012
    • Avatar di Veritas

      Veritas A titolo di collaborazione per  riporto stralcio di  un articolo comparso qualche giorno fa su di Lecceprima  . Un numero verde "firmato" Wwf a tutela del mare e del territorio regionale. L'iniziativa punta, infatti, a segnalare i reati del mare e quelli ambientali perpetrati in Puglia, attraverso un numero speciale (800-085898) che sia fonte e strumento di partecipazione attiva di tutti i cittadini alla difesa del proprio territorio. Il numero verde per la segnalazione dei reati ambientali sul demanio marittimo della regione Puglia viene istituito nel 2004 con l'attivazione, nei mesi, estivi di un "call center" dedicato alla segnalazione da parte dei cittadini di situazioni di illeciti ambientali. Il centralino, allestito presso la sezione regionale del Wwf Puglia ed attivo tutti i giorni dalle ore 9.30 alle ore 18.30, è gestito da operatori qualificati che hanno il compito di registrare le segnalazioni, garantendo la privacy dei cittadini, e di provvedere alle successive verifiche e agli eventuali sopralluoghi. Diversi gli attori coinvolti: i coordinatori della sezione regionale del Wwf Puglia, i referenti del demanio marittimo pugliese e le forze dell'ordine (Guardia di Finanza, Noe, Capitanerie di porto, Corpo forestale dello Stato, polizie provinciali e locali), l'Arpa, le Asl, l'Anci. L'obiettivo è quello di recepire le segnalazioni dei cittadini su specifici illeciti (amministrativi e penali), per indirizzarli poi agli organi di controllo, mettendo a disposizione un punto d'informazione per tutti coloro (cittadini e personale del settore) che desiderino chiarimenti sulle problematiche della tutela del mare e della costa. TELEFONARE, TELEFONARE, TELEFONARE, TELEFONARE, TELEFONARE.

      il 29 luglio del 2012
  • Avatar di Veritas

    Veritas @ Arturo Oralndo, Solo alcol? E la droga, che gira a fiumi e arricchisce sempre di più i "VENDITORI DI MORTE" che riciclano il denaro sporco in altre attività e che si va a "nascondere sotto il sedile di un dentista salentino" collega del Sindaco. Questa è la situazione catastrofica, si aspetta quanche decesso per coma etilico o per overdose per intervenire? O che altro ? Agli abitanti della Baia Verde, Padula Bianca, Lido Sangiovanni, e del centro storico dico che con il silenzio non ottengono nulla, bisogna scendere in piazza e protestare con tutti i mezzi e e denunciare alla Procura della Repubblica il Sindaco pro tempore per reato di DISTURBO DELLA QUIETE PUBBLICA , INQUINAMENTO AMBIENTALE E ACUSTICO e richiesta risarcimento per il danno biologico che stanno subendo ogni giorno e notte.

    il 29 luglio del 2012
  • Avatar di Arturo Orlando

    Arturo Orlando Ecco il risultato della "DOLCE VITA"sui lidi,con alcol a non finire,creando problemi agli abitanti della BAIAVERDE,mettendo in CROCE QUESTI GRANDI SEVITORI DELLO STATO(FORZE DI POLIZIA E CARABINIERI ),che sono sempre impegnati nel rispetto del'ordine publico,grazie ragazzi per il vostro impegno.A quando il rispetto delle regole?a quando un ragionamento per un turismo di classe che MERITA LA NOSTRA GALLIPOLI?a quando questa nuova giunta farà dei seri ragionamenti? Spero che finita la stagione si crei un tavolo di concertazione per poter affrontare i seri temi del turismo,fino ad oggi l'unica risorza per l'economia della città,aspettando quelli di un piano ECONOMICO,non solo per i già ricchi della città,ma sopratutto per i giovani,e disoccupati.un cordiale saluto a tutti orlando arturo.

    il 29 luglio del 2012
  • Avatar di GALLIPOLITICA

    GALLIPOLITICA Notti Gallipoline, tra trasghessioni, sciatteria, e cafonaggine, ora capisco perchè ad una certa ora quando sono in giro la sera provo come un senso di disgusto e di ansia e mi ritiro a casa , quel mondo proprio non mi appartiene , meglio il fresco del giardino di casa.

    il 29 luglio del 2012
  • Avatar di Veritas

    Veritas Un "sentito grazie" al Sindaco di Gallipoli che continua a non far niente per risolvere questo annoso problema anzi lo aumenta grazie alle autorizzazioni concesse ai lidi per far fare musica da sballo al altissimo volume che serve da richiamo agli "amanti" dello sballo con tutte le conseguenze immaginabili. Grazie per l'immagine immancabile di ogni anno dove Gallipoli emerge come posto dove lo "sballo c'è in tutto e per tutti i gusti e di qualsiasi genere" Continui Signor Sindaco a chiudere tutti gli occhi e far finta di niente. Continui a "proteggere quei gestori che stanno danneggiando Gallipoli in maniera irreversibile". Il danno che sta creando con questa sua indifferenza costerà salato ai gallipolini.

    il 29 luglio del 2012
    • Avatar di Kale' Polis

      Kale' Polis Giustissimo!!!Dai,dai...continuate a far girare "l'economia" del paese intorno al turismo spazzatura e facendo arricchire chi poi per 300 giorni l'anno sta con la pancia all'aria!!!CHE  BELLA GALLIPOLI!!!CHE BELLA GENTE ATTIRIAMO.....BRAVI!!!!

      il 29 luglio del 2012
    • Avatar di Gabbiano Corso

      Gabbiano Corso Grande, ma amara verità !

      il 29 luglio del 2012
      • Avatar di Coerenza E Libertà

        Coerenza E Libertà che poi i gestori delle spiagge non l'hanno neppure votato perchè hanno preferito Toti Di Mattina, mi sembra ovvio che potessero condividere i loro interessi solo con lui quindi, da parte del Sindaco, non ci dovrebbero essere particolari remore nel cercare di mettere un pò di ordine a questo caos...

        il 30 luglio del 2012
  • Avatar di ella

    ella continuate cosi'....

    il 29 luglio del 2012