homemenulensuserclosebubble2shareemailgoogleplusstarcalendarlocation-pinwhatsappenlargeiconvideolandscaperainywarningdotstrashcar-crashchevron_lefteurocutleryphoto_librarydirectionsshoplinkmailphoneglobetimetopfeedfacebookfacebook-circletwittertwitter-circlewhatsapptelegramcamerasearchmixflagcakethumbs-upthumbs-downbriefcaselock-openlog-outeditfiletrophysent_newscensure_commentgeneric_commentrestaurant_companiessunnymoonsuncloudmooncloudrainheavysnowthunderheavysnowheavyfogfog-nightrainlightwhitecloudblackcloudcloudyweather-timewindbarometerrainfallhumiditythermometersunrise-sunsetsleetsnowcelsius

Gallipoli Today

Cagnolina ferita con l’acido. Veterinario e la “rete” salvano la piccola Zizzu

Il randagio ritrovato sfigurato domenica, da una volontaria a Sannicola. Operata da un veterinario e curata con la gara di solidarietà lanciata sui social network

La cagnolina maltrattata

GALLIPOLI – Un gesto tanto ignobile, quanto sconsiderato, e che ha generato il disprezzo più profondo nel reticolo della rete e dei social network. Ma al quale ha fatto da contraltare l’intervento provvidenziale di un veterinario di Gallipoli e l’amorevole gara di solidarietà, condivisa dopo un appello su facebook, che hanno consentito, in convergenza, di apportare le cure e l’amore necessario per far sopravvivere la piccola Zizzu.

E’ lei, un tenero meticcio randagio dal manto chiaro e arruffato, la vittima dell’ennesima gesto di violenza gratuita perpetrato a scapito di un animale indifeso. Qualcuno infatti ha ferito gravemente l’animale versandogli sulla faccia un acido o qualche sostanza comunque corrosiva, che ha intaccato l’occhio destro e ha procurato a Zizzu una sofferenza indicibile. Il tutto senza una plausibile giustificazione. E nella disapprovazione più totale di quanti sono venuti a conoscenza della vicenda.

La cagnolina infatti si aggirava da tempo nella zona tra Sannicola e la frazione di San Simone, a pochi chilometri di distanza dalla città bella, e li riceveva la visita e i rifornimenti di cibo giornaliero grazie all’opera di una volontaria, la signora Francesca Vincenti, gallipolina doc che ormai da decenni, spinta dal suo grande senso di amore verso gli animali, si occupa di accudire i vari randagi sparsi in lungo e in largo nel territorio del gallipolino. E’ stata lei, nella giornata di domenica, a ritrovare Zizzu in quelle pietose condizioni. Il meticcio si era allontanato dal suo giaciglio tradizionale per alcuni giorni. Al suo ritorno in zona portava evidenti i segni dello sfregio. La volontaria ha così deciso di affidare la cagnolina alle cure di un veterinario, il dottor Matteo Vincenti, che ha preso in carico l’animale presso il suo studio medico di via Trento a Gallipoli. Contestualmente la storia di Zizzu ha fatto subito il “giro” di amici e conoscenti, e anche in rete dopo un appello lanciato dal suo profilo da Mariano Fernando Polimeno e condiviso da innumerevoli contatti.

Tra sgomento, frasi di condanna e ribrezzo verso l’autore ignoto del fattaccio, si è aperta anche una proficua e partecipata gara di solidarietà. Alla richiesta di fornire un contributo anche modesto per sostenere le cure e per garantire la sopravvivenza di Zizzu, lanciato sul social network e ripreso da un articolo di Anna De Matteis sul portale piazzasalento.it, hanno risposto in tanti. Tantissimi. Tutti con il cuore aperto e con la voglia di aiutare la piccola Zizzu. Numerose le visite e le donazioni fatte recapitare presso lo studio veterinario e raccolte tra i volontari (tra questi attivissime oltre a Francesca Vincenti, anche Simona Fracasso e Cristina Fiamma). In pochi giorni sono state raccolte diverse centinaia di euro impegnate per le operazioni e l’acquisto di medicinali e provviste per Zizzu, ma anche per dare un sostegno ad altri randagi in difficoltà. Una cifra inaspettata e racimolata in pochissimi giorni dall’accaduto tanto che lo stesso Mariano Fernando Polimeno, sempre dal suo profilo facebook, nelle scorse ore, ha decretato lo “stop alle donazioni”. 

Le condizioni di Zizzu sono ora in miglioramento. Il veterinario Matteo Vincenti, dopo un primo intervento d’urgenza, ha continuato a prendersi cura della cagnolina perché l’acido stava continuando a corrodere i tessuti intorno all’occhio ferito. Bisognava intervenire ripetutamente e senza tergiversare. E così è stato. Al resto stanno pensando l’amore e la dolcezza che attorniano la cagnolina che si spera possano lenire il “bruciore” fisico e morale di quell’acida e disumana ferita.                                 

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (17)

  • Spero solo che questo maledetto che ha fatto una crudeltà del genere soffra le stesse pene e anche di più di questa povera cagnolina. Che male gli avrà fatto per meritare una cosa del genere. Certe persone non dovrebbero vivere. L'umanità ne trarrebbe vantaggio...forza zizzu...sei nei miei pensieri e in quelli dei miei due Golden Retriever

  • Un immenso ringraziamento al veterinario e alla volontaria che hanno messo la loro professionalità, impegno e sensibilità a disposizione di quel piccolo angelo maltrattato.

  • Non pubblicare la foto equivale a volgere la testa dall'altra parte per non sapere! Invece queste foto come tante altre vanno pubblicate, a cominciare da quelle degli incidenti stradali nei quali tante vite si spengono drammaticamente.

  • Impossibile che legga i commenti perché è analfabeta

  • esseri inutili che sfogano la loro inferiorità su una povera bestiola, tutti questi tipi di esseri "DISumani" ormai mi fanno schifo da tempo.

  • avrei evitato di pubblicare la foto.....

    • Invece la foto va pubblicata perché è la stessa cosa che succederà all'autore di questo atto malvagio come giusta vendetta.

  • Avatar di M
    M

    Spero che il delinquente che ha commesso questo crimine legga i commenti dell'articolo,e pensi a quale degrado sociale e mentale si è ridotto, cioè: un essere inferiore ed inutile che respirando toglie aria alla vita.

  • pregate solo che il Signore non vi faccia trovare sulla mia strada brutti @#?*%$i ,con onore mi faccio la galera ma ha voi ve la faccio ricordare

    • Puoi tranquillamente contare su di me a dargli 'na caricata te mazzate da fargliela ricordare fin che campa a quell' essere schifoso. Grazie a coloro che si sono adoperati a salvare quella bestiolina innocente. GRAZIE

  • ma le forze dell'ordine speriamo che fanno dei controlli per arrestare questo maledetto parassita non ci sono parole vergogna come si può fare male ad un piccolo meticcio indifeso speriamo chi a fatto questo getto che li succede a lui per capire il dolore scusate gli errori

  • pezzi di xxx prendersela con quella piccola creatura che dio vi bruci

  • Ma secondo voi se quella povertta potesse difendersi perlomeno gli farebbe sentire come si e'sentiale a quelle essere di ssumano

  • che bestia di uomo di mxxxa che sei, sei stato fortunato se mi trovo mentre compi il gestaccio ti faccio ricordare per bene il giorno in cui sei nato. VIGLIACCO di un miserabile! ti metterei su un barcone in direzione Libia solo andata. Speriamo la cagnolina si riprenda presto..

  • Avatar di Ron
    Ron

    Ma come si puo'?????? VERME E VIGLIACCO !!!!!!!!!!!!

  • ke essere Malvagio !

  • Grazie alla Signora Francesca e al veterinario per ciò che hanno fatto. Si possono non amare gli animali ma NON VANNO MALTRATTATI soprattutto perchè sono indifesi. E' da vigliacchi comportarsi con violenza verso gli indifesi, ma purtroppo ci sono umani, non persone, che agiscono ancora in questo modo. Vergogna.

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Violento tamponamento, intera famiglia in ospedale: gravi padre e bimbo di 2 anni

  • Cronaca

    Bimbi maltrattati in classe, finisce a giudizio un'insegnante di 51 anni

  • Cronaca

    Notte dei piromani in Salento: fuoco a box, ai mezzi di un’azienda e 7 auto

  • Cronaca

    Rapina in casa di un 86enne sfociata nel sangue, condannati a 14 anni

I più letti della settimana

  • Operazione "Canasta", quindici condanne e tre assoluzioni in primo grado

  • Droga e armi nel Gallipolino, 20 denunce. E spunta anche un fucile rubato

  • Minerva s’insedia a Palazzo Balsamo e promette: “Sarò il sindaco di tutti”.

  • Notte agitata nel centro storico, automobile in fiamme lungo la riviera

  • Lavori al porto “blindati”. Garantiti 130 posti liberi e sospensione della Ztl

  • Tensione al porto. Fasano: “Nessuna penale, i lavori si possono sospendere”

Torna su
LeccePrima è in caricamento