Notizie da Gallipoli

Lampioni e faretti sulle riviere: nuova illuminazione nel borgo antico

Partiti i lavori di ammodernamento dell’impianto dell’illuminazione pubblica nella città vecchia. Dopo il via libera della Soprintendenza, sul lato mare, saranno utilizzati corpi illuminanti sul marciapiede

GALLIPOLI - Le condizioni in cui versavano lampioni e illuminazione pubblica, soprattutto lungo le riviere e le strade del centro storico gallipolino, non consentivano ulteriori temporeggiamenti. E da alcuni giorni l’amministrazione comunale ha avviato gli annunciati lavori per l’efficientamento energetico del nuovo impianto di illuminazione pubblica, che interessa principalmente la città vecchia, e relativi al progetto per il quale il Comune aveva ottenuto anche il finanziamento, grazie al Fondo sviluppo e coesione 2007-2013, pari a 750 mila euro.

Nel giugno scorso la giunta comunale del sindaco Stefano Minerva, dopo aver incassato il parere favorevole da parte anche della soprintendenza ai beni architettonici e ambientali, aveva già approvato il relativo progetto esecutivo e ora dopo la conclusione della relativa gara d’appalto e la sosta forzata per il blocco dei cantieri, sono partiti gli interventi. Un restyling dell’impianto di illuminazione del centro storico con risparmio energetico e riduzione dell’inquinamento luminoso: grazie ai fondi a disposizione il borgo antico sarà rivoluzionato senza andare ad intaccare l’armonia dei luoghi. Particolare cura è stata posta nella scelta degli organi illuminanti, previsti sempre nella tipologia a lanterna, montata su mensola a muro in stile classico. Realizzate interamente in pressofusione di alluminio con idonea verniciatura di rifinitura, ottica ciclo-pedonale e con possibilità di utilizzo di lampade a led da 46w. Il cono di illuminamento sarà rivolto esclusivamente verso il basso e limitato all’area di arteria di competenza, conformemente alle direttive antinquinamento.

Si lavora nell’ottica dell’aggregazione, per rendere la culla antica della città sempre più elegante, ma anche moderna ed innovativa. Un intervento infrastrutturale per i lavori di efficientamento energetico dell’impianto di pubblica illuminazione già avviato dalle precedenti amministrazioni comunali e sul quale si è concentrata l’attività dell’assessorato ai Lavori pubblici, retto da Biagio Palumbo. “Questa rigenerazione è resa possibile grazie ai Fondi Cipe che il Comune è stato in grado di ottenere” spiega il sindaco Stefano Minerva, “un finanziamento decisamente importante che darà un aspetto nuovo al nostro cento storico: per rendere ancora più partecipato il processo di scelta, abbiamo coinvolto la cittadinanza nella scelta dei lampioni”.

Nel rispetto della normativa antinquinamento luminoso, con il nuovo progetto, non verranno riproposti i corpi illuminanti (globi) su palo artistico, lungo il lato mare delle riviere, ma l’illuminazione di quei tratti sarà affidata all’utilizzo di corpi illuminanti previsti a pavimento, lungo il bordo del marciapiede, del tipo segnapasso. “Il progetto ha richiesto una particolare cura dei dettagli” spiega l’assessore ai Lavori pubblici, Palumbo, “si è mantenuto il sistema distributivo dei corpi illuminanti preesistente, 153 più 105 punti luce, così come la suddivisione in due impianti autonomi, regolati dai quadri di via Duomo e piazza Imbriani. Siamo partiti dalla riviera Armando Diaz ed entro una ventina di giorni inizierà l’installazione dei lampioni” precisa ancora l’assessore comunale, “e in aggiunta, è stata prevista l’installazione di proiettori a pavimento, del tipo segnapasso, che contribuiscano a fornire un’illuminazione d’accento in specifiche zone della passeggiata del lungomare. Facciamo affidamento sul senso civico dei cittadini: qualsiasi ostacolo ai lavori, come le macchine parcheggiate, porterà ad un prolungamento dei lavori. Per questo, non esiteremo a far intervenire la polizia locale qualora dovesse servire”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In tale direzione e al fine di consentire l'esecuzione degli interventi il Comune ha predisposto anche una nuova ordinanza per disciplinare la sosta e il transito dei veicoli che rischiano di ostacolare oltremodo i lavori in corso. E’ stato istituito temporaneamente il divieto di sosta e fermata, con rimozione coatta, sulla Riviera Diaz nel tratto compreso tra via Ferrai e piazza Imbriani sino al 22 maggio dalle 7 alle 16. Prescritta anche l’inversione del senso di marcia di via Briganti e via Antonietta de Pace con ingresso da riviera Sauro e direzione verso piazza Imbriani. La fermata temporanea del bus urbano è stata spostata in piazza fontana Greca e la circolazione è stata interdetta a tutte le categorie di veicoli, eccetto frontisti e residenti, su tutta l'area del centro storico. Sempre in tema di illuminazione pubblica in questi giorni si sostituiscono i pali della luce anche in via Verga, via Nievo e via Manzoni, nel borgo nuovo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ritrovato senza vita il corpo del sub: si era immerso per una battuta di pesca

  • Con una molletta da bucato si "liberava" della droga: scoperto e arrestato

  • Giovane leccese aggredisce a pugni e manda in ospedale militare barese

  • Non solo Covid, pronto soccorso preso d’assalto. Medici e infermieri stremati

  • In primavera tornano le formiche: come combattere l'invasione in casa

  • Torna l’allerta meteo nel Salento: per 24 ore attesi temporali e grandinate

Torna su
LeccePrima è in caricamento