Notizie da Gallipoli

Nuove foto trappole sulle riviere della Città Bella. Scovati i primi trasgressori

Dopo gli annunci degli scorsi mesi attivate e potenziati si sistemi di sorveglianza contro l’abbandono dei rifiuti soprattutto nel centro storico. Pronte le sanzioni

fototrappole in azione nel centro storico

GALLIPOLI - Annunciate nei mesi scorsi come deterrente contro le cattive abitudini dell’abbandono indiscriminato di sacchetti e rifiuti in varie zone del territorio comunale, comprese le riviere del borgo antico, sono entrate in funzione le fototrappole anche sul territorio gallipolino ed hanno già scovato i primi trasgressori. L’amministrazione comunale di Palazzo Balsamo ha deciso di incrementare l’attivazione dei mezzi di vigilanza proprio ad iniziare dal centro storico. E così, a distanza di poche ore dall’attivazione delle nuove fototrappole si è proceduto con gli accertamenti grazie al lavoro svolto dal comando della  polizia locale retto dal Antonio Coliandro. Un’operazione trasversale che interessa e coinvolge vari settori, dall’ufficio Ambiente a quello dei servizi informatici fino ad arrivare all’attenzione dei vigili urbani. Al momento sono tre i trasgressori che hanno indebitamente abbandonato i sacchetti della spazzatura in varie aree della città vecchia e che sono finiti nel mirino dei dispositivi di controllo.

“Con il nuovo servizio di raccolta differenziata, che partirà a breve, occorre educare prima di tutto gli abitanti a rispettare la propria città” commenta il vice sindaco con delega all’ambiente, Giuseppe Venneri, “dove non subentra il senso civico occorre intervenire con provvedimenti più rigidi. Se nel periodo estivo ci si lamenta dei turisti, allora diviene necessario sottolineare un aspetto: gli incivili individuati fototrappolegallipoli2-3sono tutti residenti del centro storico. Il sistema di controllo tramite questi dispositivi diviene dunque fondamentale per diffondere la cultura del rispetto dell’ambiente”. Un’azione di contrasto alle cattive abitudine e all’abbandono irregolare dei rifiuti sulla quale si è attivato da tempo anche il presidente della commissione Ambiente, Mino Nazaro che spiega: “Tali atteggiamenti non fanno altro che vanificare la buona condotta degli altri cittadini e a pagarne le conseguenze è solo la città. Dopo anni di lamentele è giunto il momento di sanzionare tutti i trasgressori, nessuno escluso. Ringrazio vivamente chi si è dato da fare per raggiungere questo obiettivo, gli amministratori, la polizia municipale e in particolare Luigi Busti dell’ufficio servizi informatici per aver seguito il progetto dal principio. ”

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I controlli, con l’ausilio o meno di foto trappole, andranno comunque avanti e in maniera capillare anche da parte degli agenti della polizia locale secondo quanto conferma l’assessore Paola Scialpi.     “Il corpo di polizia municipale è impegnato in un lavoro estremamente delicato: riconoscere ed individuare è il primo passo per poi comminare le dovute sanzioni. Ad ogni modo i controlli continueranno sull’intero territorio comunale e saranno serratissimi”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ritrovato senza vita il corpo del sub: si era immerso per una battuta di pesca

  • Con una molletta da bucato si "liberava" della droga: scoperto e arrestato

  • Cerca di riparare l’antenna in casa dei suoceri, poi precipita dal tetto: muore un 60enne

  • Giovane leccese aggredisce a pugni e manda in ospedale militare barese

  • In primavera tornano le formiche: come combattere l'invasione in casa

  • Orrore in casa: tenta di dare fuoco alla moglie con liquido infiammabile

Torna su
LeccePrima è in caricamento