Notizie da Gallipoli

Naufraghi e feriti nelle acque di Lido Conchiglie. Ma è solo un'esercitazione militare

La simulazione, destinata ai futuri piloti, è prevista alle dieci della mattinata di martedì. Il personale del 61esimo Stormo, a bordo di un elicottero "A 139", fingerà un'emergenza in mare, a seguito di un velivolo in avaria. Sarà uno spettacolo per i bagnanti che assisteranno alle operazioni di salvataggio

Un elicottero militare

LIDO CONCHIGLIE (Sannicola) – Ci sarà un naufrago entro 24 ore. E sarà avvistato sulla spiaggia di Lido Conchiglie. Non si tratta di un inquietante vaticinio, quanto di un’esercitazione militare, ma più simile ad una piece teatrale che, nella mattinata di martedì a partire dalle 10, si svolgerà nella località ionica. I piloti del 61esimo Stormo simuleranno, infatti, un’emergenza dopo un lancio in alto mare di un velivolo in avaria.

L’esercizio, destinato agli allievi futuri piloti, vedrà come protagonisti  i militari dell’Aeroporto di Galatina, i quali utilizzeranno un elicottero “A139" dell'84esimo Centro Sar di Gioia del Colle, in provincia di Bari. Gli aerosoccorritori si getteranno nelle acque dello Ionio per recuperare le “vittime” dei fantaincidenti, mettendoli in salvo sui mezzi militari. I "feriti" sarannopoi  trasportati a riva dove, a bordo di un gommone, raggiungeranno la terra per ricevere l’assistenza medica. Il tutto, rigorosamente simulato.

“Un importante strumento per preparare i piloti a tutte le emergenze, compresa quella di doversi 'eiettare' da un aereo non più controllabile, cadendo in mare aperto con il proprio paracadute e dovendo sopravvivere, anche per qualche giorno, in un ambiente sicuramente ostile e con il limitato materiale a disposizione", queste le parole del comandante del 61esimo Stormo, Sergio Cavuoti, come si apprende dall’agenzia Ansa.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Colto da malore al volante, fa a tempo ad accostare ma poi muore

  • Si recide l'arteria radiale del polso potando i suoi ulivi: 67enne muore dissanguato

  • Agenzia funebre nel mirino: data alle fiamme da ignoti, del tutto distrutta

  • Rimandata a casa con un antidolorifico per l’emicrania, ma aveva un ictus: indagato il medico

  • Mafia, droga e spari all’ombra delle “Vele”, chieste condanne per due secoli e mezzo

  • Carabiniere ubriaco in contromano, causa incidente con una vittima: “Mi sentivo sobrio”

Torna su
LeccePrima è in caricamento