Notizie da Gallipoli

Edificio con otto appartamenti: ordinata demolizione, quattro i denunciati

Annullati dall'Ufficio Urbanistica del Comune di Gallipoli i titoli edilizi per una palazzina all'angolo tra via Brindisi e via Ugento. Indagini e accertamenti avviati dopo un esposto-denuncia

Coperto da impalcature, il palazzo sui cui pende l'ordinanza di demolizione.

GALLIPOLI – Quattro persone sono state denunciate dai carabinieri della compagnia di Gallipoli per abusivismo edilizio, falsità ideologica e atto falso. In concorso tra loro, i quattro avrebbero prodotto una documentazione falsa agli uffici competenti per poi realizzare una palazzina di ben quattro piani, con due appartamenti per ciascun piano in via Brindisi, all'angolo con via Ugento, nei pressi di lungomare Galilei.

I militari del nucleo operativo hanno accertato la falsità degli atti e, dopo le indagini, le autorità competenti hanno disposto la revoca delle autorizzazioni, per mancanza dei presupposti di legge, e la conseguente demolizione dell’immobile con ordinanza del 27 marzo scorso a firma del dirigente del settore Urbanistica-Edilizia.

I denunciati sono R.D.R. di 58 anni, A.D.R. di 72anni – ex proprietari - e G. D. M. di 72 anni, amministratore unico della società costruttrice, e L.D.M. di 39. Le attività di indagine e accertamento sono partite sulla base di un esposto-denuncia, cui ha fatto seguito, nel gennaio scorso una ordinanza di sospensione dei lavori. 

Dopo le controdeduzioni delle parti interessate, i nuovi e i vecchi proprietari, il dirigente del Comune ha disposto l'annullamento immediato di tre titoli edilizi: il primo è quello relativo alla segnalazione certificata di inizio attività (Scia) per la costruzione di un nuovo immobile previa demolizione del preesistente; il secondo riguarda la Scia per il ricomputo delle volumetrie al fine di ricavare ulteriore appartamento al quarto piano; il terzo concerneva la modifica dei prospetti senza alterazione delle volumetrie. L'ordinanza di demolizione impone un termine di tre mesi per la demolizione o il ripristino dello stato dei luoghi, decorso il quale l'area interessata diventa patrimonio comunale.

Contro il provvedimento dirigenziale, come per qualsiasi atto amministrativo, è consentito il ricorso al Tar entro 60 giorni dalla notifica oppure il ricorso straordinario al Presidente della Repubblica, entro 120. 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Politica

    Elezioni europee: Lega prima anche nel Salento, il Pd a Lecce supera il M5S

  • Nardò

    Si indaga sull’ennesima auto in fumo: forse l’azione di un piromane

  • Politica

    Sulla scheda il candidato che “non esiste”: un "De" di troppo ma elezioni proseguono

  • Sport

    La prevenzione contro il cancro si fa "di corsa": torna la “Gallipoli ColouRun”

I più letti della settimana

  • Fuori strada di notte con la Mercedes, viene ritrovato morto all'alba

  • Cosparso di escrementi e bruciato con le sigarette a 3 anni se si opponeva alle molestie: indagati padre e zio

  • Suicida in cella d'isolamento, la madre denuncia: "Mio figlio doveva prendere farmaci"

  • Esplode il distributore di bibite: operaio 23enne in prognosi riservata

  • Elezioni europee: Lega prima anche nel Salento, il Pd a Lecce supera il M5S

  • In tre lo accerchiano sotto casa, commerciante pestato e rapinato

Torna su
LeccePrima è in caricamento