Notizie da Gallipoli

Marijuana all’ingresso dei locali notturni: bloccati due baby pusher

Un 20enne e un 17enne, entrambi di nazionalità senegalese, sono stati scoperti dagli agenti del commissariato gallipolino a Baia Verde

La marijuana finita nelle mani della polizia.

GALLIPOLI – La polizia dichiara guerra allo spaccio a Baia Verde. Due ragazzi stranieri colti in flagranza di reato mentre vendono stupefacenti. Nella nottata di ieri, gli agenti del commissariato gallipolino hanno sorpreso in flagranza di reato un 20enne e un 17enne del Senegal e senza fissa dimora: spacciavano marijuana nei pressi dei locali di intrattenimento giovanile.

Gli investigatori della Città Bella, mimetizzati tra la movida giovanile, hanno notato i due ragazzi che con fare sospett, erano seduti su un muretto nei pressi di un locale giovanile. Si erano avvicinati altri due giovani italiani e uno di questi, dopo aver effettuato uno “scambio” sospetto, si è velocemente allontanato insieme all’amico. Il gesto non è sfuggito alla polizia che ha bloccato immediatamente gli spacciatori.

Contemporaneamente, la polizia ha provveduto a bloccare anche l’acquirente, un giovane proveniente da Prato che, colto di sorpresa, ha subito confessato di aver acquistato poco prima dai giovani senegalese una dose di marijuana. I due cittadini senegalesi sono invece stati denunciati per possesso, ai fini di spaccio, di circa 14 grammi di marijuana suddivisi in tre bustine, gettate via con l’intento di disfarsene.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il tutto è stato recuperato dai poliziotti e sequestrato. Da ulteriori accertamenti, è emerso che il 20enne è titolare di carta di soggiorno rilasciata  dalla questura di Vicenza: i poliziotti gallipolini lo segnaleranno all’Ufficio immigrazione di Vicenza. Il 17enne, il cui ingresso in Italia era collegato ai genitori, ha dichiarato di essere solo in Italia e pertanto è stato affidato ad una comunità per minori e nel frattempo la sua posizione sarà valutata dalla Divisione immigrazione della questura di Lecce.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Colpo alla Scu: droga ed estorsioni. Scatta il blitz, dieci arresti

  • Nulla da fare per l'80enne scomparso: trovato morto nelle campagne

  • Cede il ponte, travolto da un'auto: 18enne con grave ferita a una gamba

  • Rientrano dal Brasile nel Salento: madre, padre e figlia positivi al Covid

  • Svolta nel caso Mauro Romano: identificato un uomo, sospetto sequestratore

  • Esce in bici e poi telefona alla famiglia: "Mi sono perso". Ore di ansia per un 80enne

Torna su
LeccePrima è in caricamento