Notizie da Gallipoli

Tavolini e suolo pubblico, calano gli abusivi. Giro di vite del Comune

Una prima ricognizione sulle occupazioni di ambulanti e attività ristorative segna il cambio di tendenza rispetto al 2012. Meno abusivi e incassi quintuplicati per la riscossione del canone. E dopo la Scia arriva pagamento on line

Un'area pubblica

GALLIPOLI – Controlli sul suolo pubblico più capillari e intransigenti. E nel contempo procedure più snelle per richiedere l’autorizzazione per l’occupazione e pagare il relativo canone. E dalla prima ricognizione, agli albori della stagione estiva, per il Comune di Gallipoli si registrano segnali incoraggianti che ad ampio margine fanno registrare un calo delle occupazioni abusive e un maggiore introito nelle casse comunali rivenienti dalle riscossioni della relativa tassa sull’occupazione del suolo pubblico. Giro di vite contro l'abusivismo e semplificazione amministrativa sono le linee guida su cui si muove l'esecutivo cittadino del sindaco Francesco Errico nel settore commerciale, con il coordinamento dell'assessore alle Attività produttive ed alla Polizia municipale, Antonio Piteo.

Ed i numeri, in fase di elaborazione dall’ufficio commercio, testimoniano di primo acchito un confortante cambio di tendenza. Infatti, secondo quanto reso noto dall’amministrazione di Palazzo Balsamo, rispetto allo scorso anno i proventi per le occupazioni di suolo pubblico sono di fatto quintuplicati ed anche le relative richieste sono triplicate, sempre rispetto a dodici mesi addietro. Ciò significa che rispetto alle 200mila euro incassate prima della fine del 2012, con un regolamento ancora in rodaggio (e poi approvato definitivamente nel febbraio scorso dall’assise civica) e un’amministrazione comunale insediata da poco tempo, per la stagione e l’annualità in corso si prospetta un incremento considerevole legato anche alla diminuzioni delle occupazioni abusive, in alcuni casi già individuate, e regolarmente sgomberate o sanate dagli esercenti.

Le verifiche su ambulanti, attività commerciali e ristorative e sulla Scia, la segnalazione certificata di inizio attività da parte dei titolari dei locali (introdotta nel luglio scorso) stanno consentendo il classico giro di vite. Impedendo di eludere in massa, come spesso e volentieri è accaduto in questi anni, il pagamento del balzello comunale o il montaggio di strutture non autorizzate.

Ovviamente molto c’è sempre da fare sul piano delle verifiche per impedire “sforamenti” di metrature e il fenomeno di tavolino selvaggio e quindi sul rispetto delle norme del regolamento comunale. Il tutto indirizzato verso una moralizzazione delle attività commerciali e alla sensibilizzazione verso il decoro urbano, più che alla mera pratica repressiva che verrebbe meno solo se tutti, indistintamente, rispettassero le regole vigenti.          

 "Il sistema della Scia che abbiamo voluto proprio per semplificare il rapporto tra ente ed operatore commerciale ha dato i suoi risultati positivi” commenta l’assessore Piteo, “snellendo di molto burocrazia e procedure. Per quanto riguarda le occupazioni, abbiamo concordato con il comandante della polizia municipale, Paola Vitali, che ringrazio per l'impegno profuso e per la professionalità dimostrata, un servizio di controlli ed accertamenti che è già partito e che stiamo estendendo a tutto il territorio urbano, proprio al fine di contrastare e sanzionare ogni forma di abusivismo". Un regime, quello dei controlli, che consente una duplice utilità al Comune, vale a dire tanto l'accertamento del titolo autorizzativo per occupare quanto soprattutto la mancanza di pendenze debitorie del commerciante verso il Comune, stante le quali la Scia decade.L'assessore Antonio Piteo-3

"L'obiettivo che l'amministrazione si propone” dice ancora l'assessore Piteo, “è quello di una città che coniughi le esigenze lavorative di un settore importante per la nostra economia, quale quello commerciale, con il rispetto delle norme e soprattutto di un regolamento recentemente approvato dal Consiglio comunale. Regolamento su cui si è molto speso il presidente della commissione Commercio, Paolo Barba e che ha saputo recepire le istanze degli operatori come testimonia, ad esempio, il raddoppiamento del periodo della stagionalità".

Intanto per gli operatori commerciali nei prossimi giorni è in arrivo un'altra novità, sempre nel solco di una maggiore semplificazione e snellimento della burocrazia. "Introdurremo e saremo tra i primi Comuni a farlo” conclude l'assessore al commercio, “il sistema della Porta del Pagamento. Pertanto ogni operatore, collegandosi sul nostro sito comunale ed accedendo ad un apposito link, potrà comodamente da casa sua versare il dovuto all'ente, evitando file e code agli uffici postali".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tampona un autoarticolato, donna di 57 anni muore intrappolata

  • Rogo nel negozio per le feste: in manette ex gestore del "Twin Towers"

  • Violento impatto fra due veicoli, ragazza di 19 anni in Rianimazione

  • Cicloturista preso in pieno da un'auto: deceduto dopo il trasporto in ospedale

  • Bimba di 9 anni nel negozio. "Portata in una stanzetta e palpeggiata"

  • Operazione "Vele": mafia, droga e spari, oltre 40 davanti al giudice

Torna su
LeccePrima è in caricamento