Notizie da Gallipoli

Cittadini adottano e ripuliscono la scogliera e le aiuole sul lungomare Galilei

Prende corpo l’iniziativa “Adotta un’aiuola” recentemente approvata dal consiglio comunale. Tra le prime adesioni quella del gruppo che si prende cura di un tratto della passeggiata fronte mare

I rifiuti raccolti lungo la scogliera

GALLIPOLI - Prende corpo nella città bella l’iniziativa “adotta un’aiuola” varata con apposito regolamento approvato recentemente dal consiglio comunale e l’azione di ausilio e collaborazione per la cura e la pulizia di zone verdi, piazzette, e anche semplici fioriere, fa ben sperare. Accanto all’azione meritoria già portata avanti da tempo dall’associazione subacquea e di volontariato di protezione civile Paolo Pinto (che ha operato anche in questi giorni per la rimozione del polistirolo che ha invaso le zone marine delle Scale Nove e del Rivellino e che ha recentemente “adottato” e provveduto anche alla manutenzione e pulizia della piazzetta tra via Udine e il lungomare), si registrano in città nuove iniziative di singoli o gruppi di cittadini pronti a spendersi per la cura della città. Un’azione quanto mai provvidenziale soprattutto in queste giornate funestate dal maltempo.

Un gruppo di concittadini (tra professionisti, pensionati e anche residenti della zona) ha chiesto, e ottenuto in ragione dell’opportunità offerta dal nuovo regolamento comunale, di poter adottare l’area verde a ridosso del lungomare Galilei, nel tratto preciso che dalla rotonda risale verso l'inizio della passeggiata all’altezza di via Filomarini. Non a caso il gruppo è stato denominato “La nostra amata scogliera” ed ha come priorità l’interevento collettivo e volontario per la manutenzione e riqualificazione di uno dei tratti più suggestivi del lungomare cittadino.

I volontari appartenenti al neo gruppo (che rimane sempre aperto a nuove e spontanee adesioni) si ritrovano in linea di massima nella zona nelle giornate di martedì e giovedì, ma soprattutto il sabato mattina, per curare e ripulire gli spazi verdi e anche il tratto sottostante e a monte della scogliera. L’attività è partita con un primo sopralluogo e una bonifica iniziale di un tratto della scogliera avvenuti il 16 novembre scorso. Mentre sabato scorso, prima dell’arrivo della nuova ondata di maltempo, si è provveduto alla pulizia delle aiuole e degli spazi destinati al verde. Diverso il materiale raccolto e smaltito grazie alla collaborazione della ditta d’igiene urbana e del Comune. Oltre alle opere di pulizia e manutenzione straordinaria il gruppo degli amici della scogliera ha in programma di apportare nuove migliorie nella zona in questione ed è già in itinere un progetto da sottoporre all’attenzione dell’amministrazione comunale per un impianto di irrigazione e per la piantumazione di nuove piante e di nuovi alberi.

“Cerchiamo di dare tutti il nostro contributo e anche se sono opere che dovrebbe garantire  l’amministrazione comunale, non guasta certo una buona dose di collaborazione e un sano volontariato” commenta il consigliere comunale Vincenzo Piro tra i fautori del nuovo regolamento per le adozioni di aiuole e spazi verdi, “la prima adozione ufficiale di verde pubblico è già operativa sul lungomare Galileo Galilei e questo è stato possibile grazie al regolamento, votato da poco in consiglio comunale, di ‘Adotta un'aiuola’. Ricordo che si possono adottare anche le piccole fioriere disseminate in città, così come avvenuto pochi giorni fa con quelle ricolme di ciclamini in prossimità della fontana antica. tra il corso Roma e piazza Moro. Un sentito ringraziamento va rivolto a questi cittadini, ma più in generale a tutti i volontari che non solo in questi giorni, ma durante tutto l'anno, ripuliscono fondali, scogliere e spazi in genere”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Violento schianto in centro, coinvolto il musicista Nando Popu

  • Carabiniere e “Le Iene” sott’accusa, chiesti 100mila euro di risarcimento

  • Spaccio di droga: in 14 a processo. Tra loro l’imprenditore dei vini Gilberto Maci

  • Nuova ondata di maltempo: allerta arancione in attesa delle violente raffiche di vento

  • Buco sul muro del negozio di abbigliamento nel centro commerciale: il furto fallisce

  • Violentò la figlia e nacque una bambina: il padre condannato a 30 anni

Torna su
LeccePrima è in caricamento