Notizie da Gallipoli

“Città vecchia da tutelare”, nasce l’associazione degli abitanti e amici del centro storico

Costituito un nuovo sodalizio per la tutela e la valorizzazione dei luoghi e della vivibilità del borgo antico gallipolino. Presto incontro con l’amministrazione comunale

Il centro di Gallipoli.

GALLIPOLI - Unire le forze e le idee per salvaguardare gli interressi e la valorizzazione del centro storico della città bella con nuovo impulso e vigore. Su queste credenziali si è costituita in questi giorni la nuova  “Associazione abitanti e amici del centro storico di Gallipoli” che ha come finalità l’opera di cura e di promozione delle condizioni di vivibilità e di coesistenza tra tutti i soggetti e le attività che fanno parte dell’area del borgo antico e ne promuove l’abitabilità. Il sodalizio è aperto alle adesioni e chiama a raccolta non solo i residenti, ma anche coloro che, pur non avendone la residenza nella città vecchia, abitano e vivono il centro storico ed anche coloro che, residenti altrove, ne condividono gli scopi fondatori. Già nei prossimi giorni i primi aderenti al sodalizio associativo chiederemo di essere ascoltati dall'amministrazione comunale, alla quale presenteremo alcune proposte da rendere operative nel breve termine.

“L’associazione opererà affinché diventi più vivo il sentimento di custodia e di rispetto dei monumenti e di tutti i luoghi caratteristici del centro storico, organizzando attività a tutela, promozione e valorizzazione delle cose d'interesse artistico e storico, il recupero e la promozione di usi e tradizioni, la tutela e valorizzazione della natura e dell'ambiente” spiega Roberto Piro, uno dei portavoce, “lo sviluppo, spesso disordinato, di attività imprenditoriali, il numero decrescente di popolazione residente stabilmente e la quasi totale assenza di uffici e servizi pubblici, pongono da tempo una serie di problemi che incidono negativamente sulla qualità della vita degli abitanti e provocano un generale degrado”.

“E' volontà dell'associazione” spiega ancora Piro, “avviare un confronto costruttivo con la civica amministrazione, con enti, associazioni di categoria e quanti hanno a cuore le sorti della nostra comunità, con la consapevolezza che quanto di bello è custodito all'interno delle mura urbiche e che ci è stato donato dalla natura e tramandato dai nostri avi, è un patrimonio che va preservato e consegnato integro alle future generazioni. Così come si intende promuovere azioni a tutela dei diritti fondamentali degli abitanti della città vecchia basato sul rispetto delle leggi e dei regolamenti. Ma porremo anche l'accento” conclude “sulla prospettiva di rilancio delle condizioni di abitabilità del centro storico, unico antidoto alla musealizzazione o, peggio ancora, alla trasformazione in un enorme contenitore commerciale”. Per chi volesse maggiori informazioni si può inviare una email all'indirizzo centrostoricogallipoli@gmail.com, o visitare la pagina facebook dell’associazione.   

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • Bella cosa aggregarsi per risolvere dei problemi, che altri non ci riescono o non vogliono risolvere. Bisogna premiare chi con tanti sacrifici rimane aperto tutto l'anno, facendoli pagare meno tasse (nei mesi Invernali - Ottobre/Marzo) e penalizzare le attività che speculano solo nel periodo estivo, limitando la possibilità di ampliarsi all'esterno oppure vietare l'esposizione di merce fuori dal proprio locale rendendo difficoltoso il passaggio.

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Precipita dal tetto del capannone che voleva comprare, muore sul colpo

  • Cronaca

    Ingegnere morì cadendo dal solaio, “sconto” in Appello per Adelchi e Luca Sergio

  • Attualità

    Il presidente sul terminale del gasdotto: "Il governo imponga decreto per la Seveso"

  • Cronaca

    Ore d'ansia per una famiglia: si cerca un 78enne scomparso a Lecce

I più letti della settimana

  • Fa un incidente e chiede aiuto: il "soccorritore" tenta di stuprarla

  • Brucia e crolla capannone della ditta edile. Si temono danni per la salute

  • Vigilante si uccide con una pistola: secondo suicidio simile in poche ore

  • Misteriosa “rapina” a un corriere, scoperto l’autore: è la stessa vittima

  • Brillantante servito invece di acqua, ispezioni di Nas e Asl nel bar

  • Precipita dal quarto piano del tribunale: grave un praticante avvocato salentino

Torna su
LeccePrima è in caricamento