Notizie da Gallipoli

Cava di “Mater Gratie” presto libera dai rifiuti. Dalla Regione ecco i fondi per la bonifica

Oltre due milioni di euro destinati all’amministrazione di Gallipoli per il progetto di recupero delle aree inquinate delle ex cave

La cava di Gallipoli.

GALLIPOLI – Potrà finalmente concretizzarsi la bonifica di buon parte delle cave di “Mater Gratiae” situate a ridosso della provinciale per Alezio secondo il progetto avanzato dal Comune di Gallipoli e finanziato dalla Regione Puglia nell’ambito dei fondi Por 2014/2020 finalizzati ad agevolare e sostenere il disinquinamento, la messa in sicurezza ed il recupero delle aree inquinate e degradate del territorio regionale. Un progetto redatto dall’ufficio Ambiente del Comune e seguito in prima battuta dall’ex assessore al ramo, Cosimo Alemanno, e per il quale ora proseguirà l’azione esecutiva l’assessorato ai lavori pubblici retto da Biagio Palumbo.

Il Comune ionico ha ottenuto un finanziamento di oltre due milioni di euro per riqualificare e  bonificare la cava di Mater Gratiae anche in riferimento al fatto che la misura legata ai fondi regionali era destinata principalmente ai siti con situazione di criticità storica costituiti principalmente dalle ex discariche di rifiuti urbani. Parte delle cave gallipoline, fuori dalla zona di estrazione edilizia, nel passato furono infatti utilizzate anche come discarica di emergenza per il deposito dei rifiuti e ora l’amministrazione comunale utilizzerà quei fondi per ripulire le cavità eliminando ogni traccia di residuo inquinante. Un’azione propedeutica di risanamento ecologico e anche legata ai futuri progetti che potrebbero essere posti in essere per il riutilizzo delle cave dismesse come bacini di accumulo per le acque del depuratore e per l’attivazione di un sistema di fitodepurazione dei reflui.              

“Si tratta di un  risultato importante per la nostra comunità, che a costo zero realizzerà un progetto importante per la tutela del nostro territorio” dice in merito l’assessore Biagio Palumbo, “attesa anche la volontà dell'amministrazione comunale di prestare massima attenzione sulle tematiche di natura ambientale. Il progetto finanziato va in questa direzione ed anche in quella, che ho più volte ribadito, vale a dire realizzare progetti ed interventi cercando di puntare su risorse e finanziamenti diversi da quelli del nostro bilancio”. Va ricordato che il comune ionico è stato uno degli undici beneficiati dall'ente di via Capruzzi, mentre altre realtà sono state estromesse dal finanziamento finale. “Un risultato raggiunto grazie all'impegno dell'esecutivo inteso nel suo complesso” ha commentato il sindaco Stefano Minerva, “per questo i miei ringraziamenti vanno sia all'assessore Palumbo che all'ex vicesindaco, Cosimo Alemanno”. Il programma di bonifica della cava di Mater Gratiae è legato con un filo conduttore anche ai lavori di consolidamento e messa in sicurezza della cave ipogee del parco di via Firenze per i quali si attende la conclusione dopo l’avvio da quasi un anno degli interventi del secondo lotto.  

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • Speriamo che non diventi area per lo sperpero di soldi come era, è il Parco di via Firenze, dove hanno iniziato i lavori per la messa in sicurezza, ma stranamente sono fermi da oltre 5 mesi. Forse non sono bastati i soldi.

Notizie di oggi

  • Politica

    Mercatone Uno, fallisce la società. Dramma occupazionale per 123 famiglie

  • Nardò

    Si indaga sull’ennesima auto in fumo: forse l’azione di un piromane

  • Incidenti stradali

    Collisione con handbike, disabile ferito e autista positivo alla cannabis

  • Cronaca

    Pestato e ferito da un colpo d'arma, preso il complice del violento raid

I più letti della settimana

  • Attacco allo stand della Lega nella piazza, ragazza contusa

  • Fuori strada di notte con la Mercedes, viene ritrovato morto all'alba

  • Cosparso di escrementi e bruciato con le sigarette a 3 anni se si opponeva alle molestie: indagati padre e zio

  • Intonano cori da stadio a Pescara, leccesi aggrediti. Uno accoltellato

  • Suicida in cella d'isolamento, la madre denuncia: "Mio figlio doveva prendere farmaci"

  • Esplode il distributore di bibite: operaio 23enne in prognosi riservata

Torna su
LeccePrima è in caricamento