Notizie da Gallipoli

Bilancio ok e riduzione della Tari, discesa libera in consiglio comunale

Via libera anche al regolamento sull’adozione dei cani. Lettera del segretario generale che lascia il Comune in anticipo. Mariello e Vincenti subentrano a Piteo e a Titti Cataldi

Una seduta del consiglio a Gallipoli.

GALLIPOLI - Scivola via positivamente per la maggioranza e l’amministrazione comunale il consiglio comunale convocato per questa mattina e nel quale sono stati approvati il bilancio di previsione per l’anno corrente ed il Documento unico di programmazione, vale a dire i due principali strumenti economici e programmatici del governo cittadino. Complice anche l’assenza giustificata, per motivi personali, del capogruppo di Gallipoli Futura, Flavio Fasano, la maggioranza non ha dovuto penare più di tanto per portare in porto e approvare le delibere all’ordine del giorno.

L’assise ha anche licenziato favorevolmente il regolamento sull’adozione dei cani (che prevede anche un bonus da 200 euro per tre anni per chi adotterà un randagio del canile comunale), quello sulle agevolazioni per le controversie tributarie, lo scioglimento della convenzione per la gestione dell’ufficio di segreteria generale con il Comune di Martignano (attesa la prossima quiescenza del segretario reggente, Giancarlo Ria, che ha indirizzato all’assise civica ed alla struttura comunale un’apprezzata lettera di saluto, accolta con un commosso applauso dai consiglieri), la surroga dell’ex consigliera comunale Assunta Cataldi (ora assessore) con Dario Vincenti e la supplenza del consigliere Vincenzo Mariello per il posto occupato sinora dal consigliere Antonio Piteo, sospeso in applicazione della legge Severino dopo la condanna in primo grado di quattro componenti e del sindaco della ex giunta Errico.

In merito all’approvazione del bilancio il primo cittadino, Stefano Minerva, ha evidenziato come si sia quadrato un esercizio finanziario che prevede sostanziali diminuzioni per la Tari in favore degli esercizi produttivi (nell’ordine del 10% con punte del 15%) e anche per le famiglie che dimorano in abitazioni inferiori ai 200 metri quadrati. “Si tratta di un segnale importante”dice il sindaco, “anche perché è una chiara inversione di tendenza rispetto a quanto stanno facendo altri comuni, attese le sempre più crescenti difficoltà nell’amministrazione della cosa pubblica. Quindi un segnale doppiamente importante che credo saprà essere apprezzato dalla cittadinanza”. Il bilancio prevede anche di investire il finanziamento regionale per il distretto urbano del commercio (Duc, per 250mila euro), ed una quota di 60mila euro per l’assistenza sociale. Importanti risultati, inoltre, sono stati raggiunti nella lotta all’evasione fiscale, con un certosino lavoro di recupero del mancato introito che ha portato a risultati maggiori di quelli attesi ed attenzione sarà prestata anche al settore del turismo e della cultura. “È un bilancio” conclude Minerva, “che ci consente di guardare al futuro con rinnovata determinazione e che consentirà di dare risposte a diverse problematiche sollevate dalla cittadinanza”.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Colto da malore al volante, fa a tempo ad accostare ma poi muore

  • Si recide l'arteria radiale del polso potando i suoi ulivi: 67enne muore dissanguato

  • Agenzia funebre nel mirino: data alle fiamme da ignoti, del tutto distrutta

  • Rimandata a casa con un antidolorifico per l’emicrania, ma aveva un ictus: indagato il medico

  • Mafia, droga e spari all’ombra delle “Vele”, chieste condanne per due secoli e mezzo

  • Carabiniere ubriaco in contromano, causa incidente con una vittima: “Mi sentivo sobrio”

Torna su
LeccePrima è in caricamento