Gallipoli Today

Baia Verde, Ztl più “rigida” per l’estate. Aprea registra la viabilità per la marina

Il commissario ha modificato il regolamento della zona a traffico limitato. Accesso garantito in tutta la marina solo a residenti e autorizzati. Prorogata sino a marzo la chiusura del centro storico per i lavori

GALLIPOLI – Meno discrezionalità e zona a traffico limitato più rigida ed estesa per la prossima  stagione turistica nella marina della Baia Verde, lungo la dorsale sud del litorale gallipolino. A stringere le maglie sul regolamento attuativo per la Ztl nella Baia Verde una recente delibera del commissario straordinario Guido Aprea tesa a razionalizzare e rendere più omogeneo, e quindi nelle intenzioni anche maggiormente funzionale, lo strumento di disciplina di accesso e transito per il periodo estivo nella marina gallipolina. Il tutto, secondo quanto argomentato da Palazzo Balsamo, si è reso necessario a seguito anche delle difficoltà di interpretazione sorte sulla base del vecchio regolamento licenziato e reso operativo dal consiglio comunale. E in particolare sulla successiva  modifica dell’articolo 2 dello stesso strumento che aveva portato ad un’oggettiva difficoltà nel comprendere quali aree fossero comprese nel perimetro della Ztl e quali ne fossero escluse.

Di qui erano scaturite anche le numerose segnalazioni pervenute presso gli uffici comunali e il comando della polizia locale da parte di residenti e villeggianti stagionali che lamentavano l’assenza di criteri equi circa il rilascio di provvedimenti atti alla circolazione e alla sosta nell’area a traffico limitato. Così, ferma restando la necessità di far sussistere la stessa limitazione della Ztl per buona parte del periodo estivo (con particolare riferimento all’esigenza di garantire la vivibilità per i residenti che, più volte, hanno lamentato disagi per la circolazione e la sosta dei veicoli, nonché alle esigenze di pubblica e privata incolumità messe a repentaglio dal transito e dalla sosta indiscriminata degli automezzi) è intervenuta la modifica da parte del commissario straordinario.

Variazione normativa attraverso cui, proprio per eliminare qualsivoglia dubbio interpretativo del regolamento, è stato disposto di rendere a traffico limitato tutte le strade ricadenti nell’abitato della Baia Verde, ad eccezione delle strade “Gran Viale al Mare”, via delle “Dune” e via “della Chiesa”, nonché individuando, con criteri oggettivi, gli aventi diritto al contrassegno in modo da evitare qualsiasi disparità di trattamento. “Credo che si sia giunti ad un’ottima razionalizzazione del regolamento” commenta il viceprefetto Aprea, “attraverso cui si garantisce una disciplina equa verso cittadini e fruitori della Ztl. Inoltre questo regolamento, assieme ad altre iniziative che si intendono prendere per la Baia Verde, sarà inserito nel Patto integrato per la sicurezza e quindi avrà un’ulteriore garanzia per una sua completa e definitiva applicazione”.

Sempre in termini di viabilità e limitazione della circolazione il reggente di Palazzo Balsamo è intervenuto nei giorni scorsi anche sulla questione del prolungamento del periodo di validità dell’ordinanza per il mantenimento della zona a traffico limitato integrale nel centro storico. L’estensione del provvedimento (inizialmente fissato sino allo scorso 15 gennaio) firmata dal dirigente della polizia locale, Antonio Orefice, si è resa necessaria al fine di consentire il proseguimento dei lavori in corso lungo le riviere e le mura della città vecchia. La Ztl integrale, valida cioè per tutta la giornata, è stata prorogata sino al prossimo 31 marzo e questo aveva generato anche  malumori e proteste soprattutto da parte dei commercianti e ristoratori del borgo antico. Dal Comune è stata evidenziata anche la possibilità di concedere alcuni correttivi e anche di sospendere il provvedimento, “emesso per ragioni serie e motivate”, qualora i lavori dovessero terminare prima della fine di marzo.

“Il mio compito principale è quello di tutelare l'incolumità dei cittadini e di garantire sempre e comunque situazioni che non contrastino con la difesa della pubblica sicurezza” spiega il commissario Aprea su quest’ultima decisione, “per questo non possono essere avallate situazioni promiscue, che vedano il cantiere aperto e la libera circolazione stradale. Inoltre, va anche evidenziato che il mio obiettivo, da quando amministro Gallipoli, è quello di dotare la città di servizi e fare in modo che i vari interventi avviati o da avviare siano realizzati in piena efficienza, evitando lungaggini che creano solo ed esclusivamente disservizi ed aumenti di costi di danaro pubblico. Chiarito questo” aggiunge il viceprefetto, “resta ferma la volontà della gestione commissariale di ascoltare, anche da subito, eventuali proposte e suggerimenti avanzate dai commercianti, per poter superare eventuali criticità riscontrate, fermo restando quanto detto prima, ossia garantire la sicurezza dei cittadini ed evitare intoppi nel proseguimento dei lavori. Del resto” conclude Aprea, “mi sembra che tale disponibilità, proprio relativamente alla Ztl del centro storico, si sia avuta in queste settimane, quando è stata ripristinata la circolazione dei veicoli durante il periodo natalizio e per questo non può che essere confermata anche adesso”.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (3)

  • Commissario Aprea, quando si dedica alla pulizia dei pali imbrattati dai manifesti (con relative multe), all'asfalto delle Strade comprese quelle della Baia Verde, ai marciapiedi, al rispetto della Differenziata almeno nelle zone dove vige questo obbligo ecc. ecc.? Caro Commissario mi sembra che si è un pò perso per strada.

  • basta che vi mettete d'accordo, in quella zona tra spiagge e discoteche sembra terra di nessuno, ma contro il dio danaro

  • Un centro storico che è un'isola con accesso da un solo lato o ha servizi navetta efficienti oppure non può permettersi di rimanere totalmente chiuso per 24h per 5 mesi invernali con vento e pioggia. Commercianti e ristoratori ovviamente ne risentono... se rimangono aperti. Non permettere ai turisti l'ingresso nell'isola per il carico/scarico dei bagagli, così come avviene nel periodo estivo, è un cattivo biglietto da visita. Nei giorni piovosi e ventosi turisti con bimbi ed anziani con passeggini e valigie preferiranno altre soluzioni. Si alla ztl, si ai lavori pubblici, ma organizzazione, condivisione e buon senso sono alla base delle decisioni.

Notizie di oggi

  • Politica

    Referendum, l'affluenza in provincia al 62 per cento. Ampia vittoria del "no"

  • Politica

    Dilaga la psicosi delle matite. Il ministero rassicura: "Indelebili sulle schede"

  • Cronaca

    Fiamme a Tuglie: bruciano le auto di un imprenditore e di un dipendente Asl

  • Gallipoli

    La barca resta incagliata fra gli scogli: soccorsi al buio i due diportisti

I più letti della settimana

  • Minacce all'imprenditore e detenzione di armi ed esplosivo, in manette

  • Arresti, processi, condanne e assoluzioni: la storia criminale di "Tannatu"

  • Fiamme a Tuglie: bruciano le auto di un imprenditore e di un dipendente Asl

  • La barca resta incagliata fra gli scogli: soccorsi al buio i due diportisti

  • In pochi minuti saccheggiano il bar, ma il bottino è molto magro

  • Scioperano gli studenti del professionale, ma metà scuola è riscaldata

Torna su
LeccePrima è in caricamento