Notizie da Gallipoli

Anche a Gallipoli il bagno di Capodanno. Ma con un sole splendido

In molte città rivierasche italiane si rinnova ogni primo dell'anno la tradizione del tuffo in mare. La perla dello Ionio non sfugge alla regola, ma i coraggiosi bagnanti sono stati aiutati da una giornata soleggiata

Foto di Alessandro Magni dal profilo Fb di MeteoPuglia in foto.

GALLIPOLI - Bari, Palermo, Livorno, Rimini, Teramo, Brindisi e praticamente in tutte le città rivierasche, compresa Gallipoli. Il bagno di Capodanno è una tradizione che non conosce soste e non solo in Italia. Nella città toscana pioggia e vento freddo non hanno scoraggiato 150 temerari, donne comprese. 

Nel vicino capoluogo messapico si sono lanciati in acqua in 98 dalla scogliera della località denominata la Conca, per un'edizione dedicata a Melissa Bassi, la studentessa uccisa nell'attentato del 19 maggio scorso davanti alla scuola Morvillo.

La manciata di temerari gallipolini che hanno deciso di tuffarsi, almeno quest'anno, hanno ricevuto un piccolo regalo dall'esordio del 2013: una giornata di sole che ha consentito la "follia" in condizioni meno dure (La foto di Alessandro Magni è dal profilo di "MeteoPuglia in foto"). A Otranto invece, vento di maestrale, mare grosso e nubi: condizioni proibitive.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La mappa del contagio: da Unisalento e Asl la foto dei casi per comune

  • "Assalto" all'ipermercato per le offerte pasquali: assembramenti, arrivano i carabinieri

  • Coronavirus, muore 40enne positivo. Stretta su Pasqua e Pasquetta: “Nessuna gita consentita”

  • Paura a Lequile: olio bollente sul volto, gravi ustioni per un bimbo di 2 anni

  • Il passo del contagio ancora lento, ma in provincia di Lecce tre decessi

  • Simula la febbre per tagliare la coda al supermarket, anziana nei guai

Torna su
LeccePrima è in caricamento