Notizie da Gallipoli

Furto nella casa affittata da turisti campani. Arrestati tre giovani a Baia Verde

Nel bottino computer portatili e macchine fotografiche, ma la refurtiva è stata restituita ai proprietari dai carabinieri intervenuti intorno all'una di notte

GALLIPOLI – Sono stati colti in flagranza di reato e arrestati dai carabinieri dell’aliquota radiomobile della compagnia di Gallipoli tre giovani di Matino che avevano appena portato a termine un furto in località Baia Verde, all’interno di un’abitazione presa in affitto da turisti campani.

I militari sono intervenuti intorno all’una di questa notte in seguito ad una telefonata, riuscendo a fermare Rosario Manis e Davide Sabato, 19enni, e William De Luca, appena maggiorenne. I tre sono risultati incensurati e sono stati inizialmente ristretti ai domiciliari presso le rispettive abitazioni.

Interamente recuperata e restituita ai proprietari la refurtiva: tre computer portatili, due macchine fotografiche e bigiotteria per un valore complessivo stimato in 16mila euro. Gli arresti sono stati convalidati e i tre, pur scarcerati, destinati come misura cautelare all'obbligo di dimora.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (10)

  • Solamente cu li viti, che facci ca tenune... Se i vostri genitori vi avessero mandati a zappare penso che non avreste voglia di andare a rubare roba che la gente ha comprato con il PROPRIO SUDORE, cosa che voi non sapete cosa significa... A 18 anni già a rubare nelle case e a 35 che farete, "omicidi su ordinazione"???? Vergogna

  • Finirà come al solito a tarallucci e vino: una condanna a pochi mesi che non verrà mai eseguita grazie alla pena sospesa per cui a ore saranno del tutto liberi (se già non lo sono...)

  • Come al solito i magistrati sono sempre più clementi, i domiciliari , e’ vero che loro applicano le leggi che a sua volta sono fatte dal Parlamento, da dategli tutte le aggravanti possibili in modo da fargli fare un po’ di carcere, provare questa esperienza , così la prossima volta ci penseranno due volte.

  • Avatar anonimo di Coerenza E
    Coerenza E

    Sono incensurati perché non sono mai stati beccati ma sicuramente non era la prima volta...

  • Che legge di m.... A... Per insegnargli a cambiare servirebbero subito 5 anni di carcere duro e poi vediamo se lo rifanno o imparano un mestiere e vanno a lavorare...

  • È sempre colpa dei turisti, giusto?

  • È colpa dei turisti barbari

  • Ma cosa passa nella mente di tre ragazzi incensurati che decidono di punto in bianco di rubare? C’è stata una “mente” o lo hanno deciso di comune accordo. Possibile che non abbiano messo in conto anche di essere pizzicati? C’è da chiedersi quanto vale l’onore di una persona, se per pochi “soldi se lo sono giocato!

  • All'anima 16000 valgono 3 compiuter e una macchinetta ? Bene ha fatto chi ha chiamato e li ha fatti arrestare, al primo sospetto se i vicini o chi vede qualcosa chiama , perche' se l'avrebbero fatta franca tra qualche giorno avremmo avuto ancora loro notizie e qualcun altro turista o locale avrebbe pianto i loro beni persi

  • e poi si indignano quando la guida turistica tedesca dice attenzione a Lecce che è come palermo e napoli. E' vero c'è poco da faer.

Notizie di oggi

  • Politica

    “Un sindaco da solo non cambia la città. Piazzale Cuneo ce lo insegna”

  • Politica

    “Per me voto disgiunto da tutte le coalizioni”. La scommessa di Adriana

  • Cronaca

    Suicida in cella d'isolamento, la madre denuncia: "Mio figlio doveva prendere farmaci"

  • Cronaca

    Raid contro lo stand della Lega allestito in piazza, denunciati in sette

I più letti della settimana

  • Attacco allo stand della Lega nella piazza, ragazza contusa

  • Fuori strada di notte con la Mercedes, viene ritrovato morto all'alba

  • Esalta il fisico con gli abiti giusti

  • Malore improvviso, cameriere cade e batte la testa: in codice rosso

  • Intonano cori da stadio a Pescara, leccesi aggrediti. Uno accoltellato

  • Esplode il distributore di bibite: operaio 23enne in prognosi riservata

Torna su
LeccePrima è in caricamento