Notizie da Gallipoli

Aiuole e fioriere in adozione, il Comune invita i cittadini alla cura sociale del verde

Via libera del consiglio comunale al regolamento che consentirà a singoli cittadini, associazioni o commercianti di adottare spazi verdi e anche le fioriere per garantire la manutenzione

GALLIPOLI - Spazi verdi, aiuole e anche fioriere da adottare e da curare per innalzare il senso civico e la sensibilizzazione dei cittadini verso il rispetto dell’ambiente e del decoro urbano. E al netto anche delle “mancanze” delle attività di manutenzione del verde pubblico contemplato anche nel relativo capitolato d’appalto e dei servizi aggiuntivi dell’appalto di igiene urbana. Un aspetto quest’ultimo pur evidenziato dai gruppi di opposizione di Italia Destati e Gallipoli Futura che, pur condividendo lo spirito dell’iniziativa, hanno rimarcato le gravi carenze in merito alla manutenzione degli spazi pubblici e le aree verdi del servizio di nettezza urbana. Il consiglio comunale di Gallipoli nella seduta di venerdì scorso ha comunque approvato il regolamento “Adotta un'aiuola” finalizzato alla valorizzazione del patrimonio ambientale cittadino.

L’obiettivo, come è stato ribadito in aula e anche nell’ambito dei lavori propedeutici della commissione Ambiente, è quello di favorire e stimolare la cura e la protezione dell’ambiente urbano, incentivando l’attività di volontariato come manifestazione di senso civico e strumento di coesione sociale. Con tale regolamento si intende sensibilizzare i cittadini alla cura delle aree di pubblico interesse, per definizione bisognose del rispetto e della protezione di tutti. Con l’approvazione della nuova regolamentazione ogni singolo cittadino, gruppi di persone, associazioni, tutti coloro i quali hanno a cuore la cura e il decoro ambientale della città bella potranno adottare, e quindi curare, spazi verdi, aiuole ed anche le fioriere distribuite sul territorio comunale. Dopo le variazioni apportate in commissione Ambiente infatti oltre alle aree verdi e le aiuole, è stata contemplata anche la possibilità di adottare le fioriere atteso che ultimamente, grazie all’input dell’amministrazione comunale e del Distretto urbano del commercio, sono state installate diverse attrezzature di arredo urbano comprese nuove fioriere bisognose di cure quotidiane. Il progetto e il regolamento (che conta tredici articoli) per adottare aiuole e spazi verdi nasce dalla volontà dell’amministrazione comunale interessata a promuovere forme di partecipazione attiva dei cittadini alla manutenzione degli spazi pubblici e prende corpo anche grazie ad una vecchia proposta formulata dall’associazione dei commercianti e imprenditori di Gallipoli che avevano rilanciato il progetto per adottare panchine, totem e isole ecologiche su corso Roma e in altre zone della città.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

È possibile collaborare in tale direzione con l’amministrazione comunale mediante la progettazione e realizzazione di nuove aree verdi previo accordo con il Comune; la manutenzione e gestione ordinaria di quanto assegnato e la piantumazione, previo accordo con gli uffici comunali competenti. Possono accedere alle adozioni “verdi” cittadini singoli o costituiti in forma associata, circoli, comitati, nonché organizzazioni di volontariato, parrocchie, enti religiosi e soggetti giuridici ed operatori commerciali e anche sponsor. Si dovrà presentare una richiesta di adozione all’ufficio Ambiente su un apposto modulo reperibile in Comune e la durata della concessione, rinnovabile, è di tre anni. Maggiori informazioni anche sul sito istituzionale del Comune.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sul lavoro, muore a 35 anni schiacciato da una macchina saldatrice

  • Intervento di riduzione dello stomaco, muore in casa dopo un malore

  • Cinque tamponi positivi al Covid-19, due per residenti in provincia di Lecce

  • Cerca di riparare l’antenna in casa dei suoceri, poi precipita dal tetto: muore un 60enne

  • Tenta rapina nel market, ma il cassiere reagisce. Arrestato dopo la fuga

  • Fermato per strada trema davanti ai carabinieri. In casa aveva marijuana

Torna su
LeccePrima è in caricamento