Notizie da Gallipoli

Acqua alta nella Baia Verde. Tavolo tecnico a fine ottobre con pool di esperti

Sopralluogo il 27 nella marina per studiare le criticità idrogeologiche. Palumbo: “Chiederemo fondi straordinari alla Regione”

GALLIPOLI -  Dall’esposto contro l’inerzia e il perdurare della problematica degli allagamenti nella marina della Baia Verde al pur minino accenno di pioggia o acquazzone ai primi interventi pianificati del Comune dopo l’ennesima diffida e le sollecitazioni, cadute spesso nel vuoto, al consorzio di bonifica per la pulizia dei canali, e dopo gli impegni assunti in consiglio comunale nella seduta richiesta da cinque consiglieri. Una situazione quella delle criticità idrogeologica della marina del litorale sud che non è certo risolvibile in poco tempo, ma che ormai richiede un'accelerata senza ulteriori lungaggini tecniche e burocratiche. Per questo dopo le sollecitazioni e i contatti avviati per conto del Comune anche dal consigliere comunale Vincenzo Piro, il prossimo 27 ottobre, in mattinata, si svolgerà una riunione tecnica, con relativo sopralluogo, per affrontare da vicino la questione della Baia Verde.

All’incontro con gli amministratori locali guidati dal sindaco Stefano Minerva e dall’assessore ai lavori pubblici e marine, Biagio Palumbo e con tecnici comunali, interverranno i professori  Angelo Tursi, Pierfrancesco Delfino, Giacomo Scarascia Mugnozza, Ezio Ranieri e Francesco Gentile dell’Università degli Studi di Bari, nonché i tecnici del Consorzio di Bonifica Ugento e Li Foggi. Un incontro che, come sottolinea l'assessore Palumbo, “rappresenta la naturale conseguenza dell’impegno assunto dall’amministrazione comunale nel porre seri rimedi alla situazione che si è verificata in Baia Verde, che più degli altri anni ha colpito la zona e del lavoro preparatorio che è stato sinora realizzato”.

In questi giorni inoltre a seguito della diffida del Comune, il Consorzio ha comunicato di avere già effettuato dei lavori di pulizia dei canali nelle prime settimane di quest’estate. Interventi che però sono stati sospesi, in considerazione del fatto che avrebbero occupato la strada vicinale Madonna del Carmine, unica via che dalla Baia Verde consente il ritorno a Gallipoli, alle spalle dello Stadio, e che pertanto avrebbero ostruito la normale circolazione. Ma finita ormai l’estate e soprattutto l’afflusso veicolare massiccio sulla litoranea, si potrebbe tranquillamente riprendere quelle opere senza ulteriori slittamenti. Lo stesso Consorzio ha ribadito che i lavori saranno ripresi in questi giorni. E su questo, ovviamente, il Comune garantisce che si sarà l’adeguata vigilanza e il controllo affinché gli intereventi vengano effettuati.   

L'assessore Palumbo spiega inoltre l'iter che sarà seguito per affrontare il caso acqua alta nella Baia Verde. “Una volta ricevuta relazione dei tecnici e progetto con gli interventi da eseguire” spiega, “sarà compito dell’amministrazione comunale richiedere alla Regione Puglia un finanziamento straordinario per realizzare le opere necessarie. Comprendiamo perfettamente lo stato d’animo dei residenti in Baia Verde e le difficoltà in cui loro si trovano, ma occorre comprendere d’altra parte che non sono lavori facili da eseguire e che occorrerà il tempo necessario, non essendo attrezzati ovviamente per i miracoli. Confermo però” conclude Palumbo, “l’impegno di questa amministrazione per la risoluzione del problema e il tavolo tecnico di fine mese non fa altro che andare in tale direzione”. 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (4)

  • Sig. Giulio, Le rispondo come assessore e non come privato cittadino. Siamo svegli eccome. Di certo è che nessuno può pretendere miracoli, tutto e subito, da una nuova giunta che si è insediata neanche due mesi fa. La bacchetta magica non ce l'ha nessuno e noi rispondiamo dei nostri atti dal momento in cui siano diventati componenti la nuova giunta municipale. Comunque per l'asfalto delle strade è già pronto un elenco di vie che saranno trattate; per l'importo elevato di spesa occorrerà predisporre una gara per l'affidamento, per cui i primi effetti potranno vedersi nel mese di febbraio prossimo. Per il basolato nel centro storico, stiamo predisponendo la domanda di finanziamento, i cui termini scadranno a fine ottobre. Aggiungo che la pulizia delle erbacce è già iniziata, se Lei avrà avuto modo di vedere, dalla zona Peep; l'altro ieri si è provveduto a pulire il Lungomare Galilei e via Kennedy; le altre zone saranno interessate nei prossimi giorni. Non stiamo e non staremo fermi. Per il sig. Giorgio: magari fosse solo un problema di griglie e di condotte. Il problema sarebbe stato già risolto o meglio non si sarebbe mai verificato.

    • Caro Amico Biagio, sicuramente lei con gli altri componenti del nuovo esecutivo,non ha avuto ancora tempo di fare le cose, ma questo è un vecchio problema di Gallipoli,in quanto gli esecutivi cambiano come se fossero magliette, quindi capisco che non si ha tempo, ma i problemi non stanno fermi, ma si moltiplicano e non aspettano. La Pulizia degli svincoli non è solo causa erbaccia

  • Pool di esperti???????nn ci vuole un genio x capire che le condotte e le griglie sono otturate!!!causa mancanza di manutenzione o se fatta, è fatta male!!!????????????

  • Quando per Asfaltare le strade Cittadine che sono in uno stato da terzo Mondo? Quando puliamo gli svincoli siti vicino all'Ospedale in direzione Lecce e Leuca? Quando risistemiamo i basolati nel centro Storico che quest'anno hanno fatto una marea di vittime causa la loro sconnessione? QUANDO,QUANDO,QUANDO? Svegliaaaa

Notizie di oggi

  • settimana

    Rapina armata nel supermercato: in manette un 27enne, sospetti sul complice

  • Cronaca

    Benzina sull’auto di un biologo e di una docente: mezzo distrutto, caccia ai piromani

  • settimana

    Tragedia in ospedale: un uomo si toglie la vita lanciandosi dal quarto piano

  • Cronaca

    “Poliziotto aggredito da un detenuto”. La nuova denuncia del sindacato dei penitenziari

I più letti della settimana

  • Ladri nel caveau della banca: ritrovati 4 borsoni con denaro e ori

  • Piratavano il segnale della pay tv, quindici indagati. Eseguite perquisizioni

  • In viaggio, ma scompare nel nulla: il 35enne è stato arrestato

  • Tragedia in ospedale: un uomo si toglie la vita lanciandosi dal quarto piano

  • Nascoste nel serbatoio dell'auto pistole e armi da guerra, arrestato 22enne

  • Codici pirata per la pay tv, fiamme gialle sulle tracce di "centrali e clienti"

Torna su
LeccePrima è in caricamento